Beato Giovanni Soreth

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Beato Jean Soreth)
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Beato Giovanni Soreth, O.C.
Presbitero
[[File:{{{stemma}}}|120px]]
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
Beato
{{{note}}}
{{{motto}}}

90059A.JPG

Titolo
Incarichi attuali
Età alla morte 77 anni
Nascita Caen Normandia
1394
Morte Angers
25 luglio 1471
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione 1394
Professione religiosa [[]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale 1417
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo {{{nominato}}}
Nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale per
Cardinale per
Cardinale elettore
Incarichi ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato


Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi

Iter verso la canonizzazione

Venerato da Chiesa cattolica
Venerabile il [[]]
Beatificazione 1866, da Pio IX
Canonizzazione [[]]
Ricorrenza 25 luglio
Altre ricorrenze 28 luglio presso i Carmelitani scalzi
Santuario principale
Attributi
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
Scheda su santiebeati.it
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 25 luglio, n. 10:
« Ad Angers in Francia, beato Giovanni Soreth, sacerdote dell'Ordine dei Carmelitani, che egli riportò a una più stretta osservanza e dotò di conventi femminili. »
(Santo di venerazione particolare o locale)

Beato Giovanni Soreth (Jean) (Caen Normandia, 1394; † Angers, 25 luglio 1471) è stato un presbitero francese, fu il venticinquesimo Priore Generale dell'Ordine.

Vita

Fu provinciale della provincia francese del Carmelo dal 1440 al 1451 e priore generale dell'Ordine dal 1451 fino alla morte.

Fu instancabile nell'opera di riforma del suo Ordine, in un periodo storico particolarmente critico per la Chiesa e per l'Ordine stesso. Si dedicò completamente alla riforma, percorrendo l'Europa per le visite canoniche, e promuovendo l'osservanza sia nelle Province e nei conventi che nella Congregazione Mantovana.

Altra sua attività fu quella relativa al sorgere e allo stabilirsi delle monache carmelitane, specialmente in virtù della bolla Cum nulla di Papa Nicolò V del 1452. In questo valorizzò nel Nord Europa l'opera svolta dalla beata Francesca d'Amboise, alla quale egli stesso diede l'abito. Curò pure - sempre in forza della ricordata bolla papale - il sorgere del Terz'Ordine Secolare Carmelitano.

Morì ad Angers il 25 luglio 1471, e il carmelitano Battista Spagnoli, noto umanista, gli dedicò un'elegia.

Opere

Scrisse un commento alla Regola dal titolo Expositio paraenetica, e pubblicò le costituzioni dell'ordine nel 1462.

Voci correlate