Evaristo Lucidi

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Evaristo Lucidi
CardinalCoA PioM.svg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

[[File:|250px]]

{{{didascalia}}}
Usque ad perfectum Deum
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 62 anni
Nascita Montefranco
4 ottobre 1866
Morte Roma
31 marzo 1929
Sepoltura Chiesa Parrocchiale di Santa Maria Assunta in Cielo, Montefranco (Tr)
Appartenenza Arcidiocesi di Spoleto
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale nessuna informazione
Ordinazione presbiterale [[]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
20 dicembre 1923 da Pio XI (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Evaristo Lucidi (Montefranco, 4 ottobre 1866; † Roma, 31 marzo 1929) è stato un cardinale italiano.

Biografia

La formazione e il ministero sacerdotale

Nacque il 4 ottobre 1866 a Montefranco nell'arcidiocesi di Spoleto. Entrato nel Pontificio Seminario Romano a Roma fu studente al Pontificio Ateneo romano Sant'Apollinare e all'Università la Sapienza. Dopo l'ordinazione presbiterale avvenuta in data ignota, esercitò il ministero nella diocesi di Roma quale preside dell'"Istituto di San Girolamo degli Schiavoni".

Nominato Cameriere segreto soprannumerario di Sua Santità il 4 luglio 1900 da Leone XIII, fu confermato tale da Pio X il 9 dicembre 1903. Divenne segretario della Commissione per la revisione dei consigli provinciali il 15 aprile 1904 e l'anno seguente fu trasferito alla Sacra Congregazione del concilio come assessore. Nominato prelato papale il 20 marzo 1906, svolse la mansione di Pro-segretario della sezione finanziaria della Sacra Congregazione de Propaganda Fide dal 20 ottobre 1908 [1].

Promosso prelato palatino l'8 dicembre 1916, divenne Segretario del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica e revisore dei conti [2]. Il 16 febbraio 1917 fu promosso consultore della Sacra Congregazione del concilio e divenne componente della Commissione Pontificia per l'interpretazione del Codice di Diritto Canonico, istituita il 15 settembre dello stesso anno [3]. Fu nominato Protonotario apostolico ad instar partecipantium il 13 dicembre 1917.

Il cardinalato

Creato cardinale da Pio XI nel concistoro del 20 dicembre 1923, ricevette il cappello rosso e la diaconia di Sant'Adriano al Foro il 23 dicembre seguente. Fu Legato pontificio al Congresso Eucaristico Emiliano di Parma nel 1924.

La morte

Morì a 62 anni il 31 marzo 1929 a Roma; afflitto da problemi cardiaci non riuscì a superare un episodio influenzale. Inizialmente fu sepolto nella Cappella della Congregazione de Propaganda Fide presso il cimitero di Campo Verano a Roma. Il 21 giugno dello stesso anno il suo corpo fu trasferito nella Chiesa Parrocchiale di Santa Maria Assunta in Cielo (Tr), che contribuì a restaurare.

Successione degli incarichi

Predecessore: Segretario del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica Successore: Emblem Holy See.svg
- 8 dicembre 1916 - 20 dicembre 1923 Federico Cattani Amadori I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Federico Cattani Amadori
Predecessore: Cardinale diacono di Sant'Adriano al Foro Successore: CardinalCoA PioM.svg
José de Calasanz Félix Santiago Vives y Tutó 23 dicembre 1923 - 31 marzo 1929 - I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
José de Calasanz Félix Santiago Vives y Tutó {{{data}}} -
Note
  1. Acta Apostolicae Sedis - Commentarium Officiale 1909, op. cit., pp. 117, 119
  2. Acta Apostolicae Sedis - Commentarium Officiale 1916, op. cit., p. 496
  3. Acta Apostolicae Sedis - Commentarium Officiale 1917, op. cit., pp. 158, 558
Bibliografia
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.