Jacques Hamel

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Servo di Dio Jacques Hamel
Presbitero
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo
Servo di Dio
{{{note}}}

Jacques Hamel.jpg

{{{didascalia}}}
{{{motto}}}
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte 85 anni
Nascita Darnétal
30 novembre 1930
Morte Saint-Étienne-du-Rouvray
26 luglio 2016
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 30 giugno 1958 da Joseph-Marie Martin
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
Virgolette aperte.png
Possiamo ascoltare in questo tempo l'invito di Dio a prendere cura di questo mondo, per renderlo, là dove viviamo, più caloroso, più umano, più fraterno.
Virgolette chiuse.png
(Jacques Hamel, articolo sul giornalino parrocchiale del 6 giugno 2016, riportato dal sito famillechretienne.fr, online)

Servo di Dio Jacques Hamel (Darnétal, 30 novembre 1930; † Saint-Étienne-du-Rouvray, 26 luglio 2016) è stato un presbitero francese, preso in ostaggio e sgozzato da fondamentalisti islamici affiliati all'ISIS mentre stava celebrando la messa nella parrocchia di Saint-Étienne-du-Rouvray, in Normandia, dove era prete ausiliario.

Vita

Jacques Hamel[1] è nato a Darnétal (Normandia, Francia) il 30 novembre 1930. È stato ordinato presbitero il 30 giugno 1958. Fu vicario parrocchiale a Saint-Antoine de Petit-Quevilly dal 1958, quindi vicario a Notre-Dame de Lourdes de Sotteville lès Rouen dal 1967. Divenne parroco a Saint-Pierre lès Elbeuf nel 1975, quindi a Cléon nel 1988. Nel 2000 divenne parroco in solido (cioè di fatto con-parroco) a Saint-Etienne du Rouvray, per poi diventare parroco ausiliario (cioè cappellano) della stessa parrocchia nel 2005.

Morte

Il 26 luglio 2016 attorno alle 9:30 due fondamentalisti islamici e con cittadinanza francese, Adel Kermiche e Abdel Malik, entrambi 19enni, hanno fatto irruzione armati di lame nella chiesa di Saint-Étienne-du-Rouvray dove padre Hamel stava celebrando la messa mattutina partecipata da due parrocchiani e tre suore.

Dopo averlo fatto inginocchiare all'altare, hanno sgozzato mortalmente Hamel e hanno similmente ferito un fedele. Dopo un discorso in arabo tenuto presso l'altare e autoripreso col cellulare, i due terroristi sono usciti dalla chiesa e sono stati uccisi dalla polizia.

Eredità e canonizzazione

Il 14 settembre 2016, festa della Esaltazione della Santa Croce, durante la messa mattutina papa Francesco ha accolto dei pellegrini della diocesi di Rouen. Ricordando padre Hamel, nell'omelia ha tra l'altro affermato:

« E questo esempio di coraggio, ma anche il martirio della propria vita, di svuotare sé stesso per aiutare gli altri, di fare fratellanza tra gli uomini, aiuti tutti noi ad andare avanti senza paura. Che lui dal Cielo – perché dobbiamo pregarlo, è un martire!, e i martiri sono beati, dobbiamo pregarlo – ci dia la mitezza, la fratellanza, la pace, e anche il coraggio di dire la verità: uccidere in nome di Dio è satanico»
(Papa Francesco, omelia del 14 settembre 2016, online)

Il 13 aprile 2017, giovedì santo, Dominique Lebrun, vescovo di Rouen, ha annunciato l'avvio del processo di beatificazione con la deroga di papa Francesco alla regola canonica di attendere almeno 5 anni dalla morte (come avvenuto anche per Giovanni Paolo II e madre Teresa di Calcutta).[2]

Il 9 marzo 2019 si è conclusa con esito favorevole la fase diocesana del processo.[3]

Note
  1. Cf. sintetica biografia dal sito della diocesi di Rouen, online.
  2. Enrico Lenzi, "Aperto il processo di beatificazione per padre Hamel", Avvenire, 13 aprile 2017, online.
  3. "Padre Hamel: conclusa l’inchiesta diocesana", Vatican News, 9 marzo 2019, online.
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.