San Cristoforo Magallanes

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
San Cristoforo Magallanes
Presbitero
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
Santo

90018B.JPG

{{{didascalia}}}
'
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte 57 anni
Nascita Guadalajara
30 luglio 1869
Morte Zacatecas
25 maggio 1927
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale 1899
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi

Iter verso la canonizzazione

Venerato da Chiesa cattolica
Venerabile il [[]]
Beatificazione 1992, da Giovanni Paolo II
Canonizzazione 21 maggio 2000, da Giovanni Paolo II
Ricorrenza 25 maggio
Altre ricorrenze 21 maggio insieme agli altri 24 martiri messicani
Santuario principale
Attributi
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di
Collegamenti esterni
Scheda su santiebeati.it
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 25 maggio, n. 16:
« Nella cittadina di Catatlán nel territorio di Guadalajara in Messico, santi Cristoforo Magallanes e Agostino Caloca, sacerdoti e martiri, che, durante la persecuzione messicana, confidando strenuamente in Cristo Re, ottennero la corona del martirio. »

San Cristoforo Magallanes (Guadalajara, 30 luglio 1869; † Zacatecas, 25 maggio 1927) è stato un presbitero messicano, martire durante la Guerra Cristera.

Biografia

Nacque a Totaltiche, Jalisco arcidiocesi di Guadalajara il 30 luglio 1869 figlio di Rafael Magallanes Romero e María Clara Jara Sánchez[1] contadini. Entrò come seminarista a Guadalajara nell'ottobre del 1888 e fu ordinato sacerdote a trent'anni. Inizialmente fu cappellano presso la scuola arti e mestieri del Santo Spirito di Guadalajara e inseguito fu nominato parroco nel suo paese natale Totaltiche. Fu molto attivo nell'evangelizzazione dei nativi Huicholes fondandovi una missione a Azqueltán[2].

Fu un presbitero dalla fede ardente, prudente direttore dei suoi fratelli sacerdoti e pastore pieno di zelo, dedito al miglioramento umano e cristiano dei suoi fedeli. Fu missionario tra gli indigeni Huichole e fervente divulgatore del Rosario a Maria, Vergine Santissima. Le vocazioni sacerdotali erano ciò a cui maggiormente. Quando i persecutori della Chiesa chiusero il Seminario di Guadalajara, si offrì di fondare nella sua parrocchia un Seminario per proteggere, orientare e formare i futuri sacerdoti, con un buon successo. Il 25 maggio 1927 venne fucilato a Colotlán, Jalisco diocesi di Zacatecas. Di fronte al carnefice ebbe la forza di confortare il suo giovane prefetto e compagno di martirio, Padre Agustín Caloca, dicendogli:

« Stai tranquillo, figliolo, solo un momento e poi il cielo »

Poi, rivolgendosi alla truppa, esclamò:

« Io muoio innocente e chiedo a Dio che il mio sangue serva per l'unione dei miei fratelli messicani »
Note
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.