Sant'Elia di Enna

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Sant'Elia di Enna
Religioso
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
Santo
{{{note}}}

Ss.Elia e Filaretu.jpg

Icona dei santi Elia il Giovane e Filareto
{{{motto}}}
Titolo
Incarichi attuali
Età alla morte 80 anni
Nascita Enna
823
Morte Salonicco
17 agosto 903
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa IX secolo
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da Chiesa cattolica e Chiesa ortodossa
Venerabile il [[]]
Beatificazione [[]]
Canonizzazione [[]]
Ricorrenza 17 agosto
Altre ricorrenze
Santuario principale
Attributi
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
Scheda su santiebeati.it
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 17 agosto, n. 5:
« A Salonicco in Macedonia, nell'odierna Grecia, transito di sant'Elia il Giovane, monaco secondo l'insegnamento dei Padri orientali, che, dopo aver molto patito per la fede da parte dei Saraceni, condusse con grande forza d'animo in Calabria e in Sicilia una severa vita di austerità e di preghiera. »
(Santo di venerazione particolare o locale)

Sant'Elia di Enna, al secolo Giovanni Rachites (in greco ίωάννης ῥαχίτης, íoánnes rhachítes) (Enna, 823; † Salonicco, 17 agosto 903), è stato un monaco italiano venerato come santo dalla Chiesa cattolica e dalla Chiesa ortodossa.

Elia è conosciuto anche come Sant'Elia il Giovane, per distinguerlo dal profeta biblico Elia.

Egli visse una vita estremamente avventurosa nell'IX secolo e fu protagonista di alterne vicende e ripetute peripezie.

Biografia

L'invasione araba della Sicilia costrinse l'ancora Giovanni ad abbandonare la città natale, che fu espugnata dai Saraceni nell'859. Gli arabi riuscirono comunque ad imprigionare Elia, che fu così portato in Africa per essere venduto quale schiavo. Riuscì a liberarsi e decise di predicare il Vangelo, mettendo più volte a repentaglio la propria stessa vita, giunto in Palestina, ricevette l'abito monastico dal Patriarca di Gerusalemme. Dopo tre anni trascorsi in un monastero del Sinai, frate Elia intraprese un'avventurosa serie di viaggi, recandosi prima ad Alessandria d'Egitto, quindi in Persia, ad Antiochia e nuovamente nel continente nero. Dopo che nell'878 anche Siracusa cadde in mano araba, Elia tornò sull'isola, dove incontrò a Palermo l'anziana madre, e a Taormina conobbe Daniele, suo nuovo discepolo. Risalendo verso nord, Elia soggiornò in Calabria, dove fondò nell'anno 884, nei pressi di Reggio Calabria, nella "Valle delle Saline" vicino a Seminara, il monastero che ancor oggi porta il suo nome. Le invasioni arabe fecero riparare Elia prima in Grecia, a Patrasso e poi sulle montagne dell'Aspromonte, in località Santa Caterina.

Elia era ormai un conosciutissimo monaco, allorché si recò in pellegrinaggio a Roma. Le peripezie, i prodigi e l'opera vastissima di evangelizzazione che Elia aveva svolto in tre continenti estese la sua fama fino a Costantinopoli, dove l'imperatore bizantino Leone VI, detto il Filosofo, lo invitò a soggiornare. Elia però, ormai ultrasettantenne, nonostante avesse cominciato il viaggio per Costantinopoli, si ammalò e morì a Tessalonica, l'odierna Salonicco, ormai prossimo alla sua meta. Il fedelissimo amico e compagno, il monaco Daniele, fece tumulare Elia nel monastero di Salinas, presso Seminara, dal santo fondato. Nel XVIII secolo la struttura religiosa fu rasa al suolo dal terremoto e oggi il culto del santo sopravvive a Seminara nel nuovo Monastero Ortodosso intitolato ai Santi Elia il Giovane e Filareto l'Ortolano, nella sua città natale Enna, a Reggio Calabria e presso Melicuccà (RC).

Bibliografia
  • Giuseppe Rossi Taibbi, Vita di Sant'Elia il Giovane, Istituto Siciliano Di Studi Bizantini e Neoellenici, 1962
  • A. Basile, Il monastero di Sant'Elia nuovo e di San Filarete presso Seminara in ASCL XIV, 1945, n. 2;
  • N. Ferrante, Il monastero di S. Elianovo e Filareto di Seminara in Historica XXXII (1979);
  • Anonimo (monaco), Vita e Opere Del Nostro Santo Padre Elia Il Giovane (Siculo) (a cura editoriale e traduzione in Neogreco Monaco Aghiorita Cosma, traduzione in italiano Stefano dell'Isola), Giuseppe Pontari Editore, Roma
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.