Sant'Olav

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Sant'Olav
Laico · Martire
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
Santo
{{{note}}}

Roma Ch.SS.Ambrogio+Carlo P.Welonsky S.OlafII-Norvegia 1893.jpg

Pio Welonsky, Sant'Olaf II di Norvegia (1893), olio su tela; Roma, Basilica dei Santi Ambrogio e Carlo al Corso
{{{motto}}}
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte 35 anni
Nascita 995
Morte 29 luglio 1030
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da Chiesa cattolica
Venerabile il [[]]
Beatificazione [[]]
Canonizzazione [[]]
Ricorrenza 29 luglio
Altre ricorrenze
Santuario principale
Attributi
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di
Collegamenti esterni
Scheda su santiebeati.it
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 29 luglio, n. 8:
« A Trondheim in Norvegia, sant'Olaf, martire, che, re della sua gente, diffuse nel suo regno la fede cristiana da lui conosciuta in Inghilterra, debellando con scrupolo l'idolatria, ma morì, infine, trafitto con la spada durante un assalto dei suoi nemici. »

Sant'Olav, ovvero Olaf II Haraldsson, detto il Coraggioso (995; † 29 luglio 1030), è stato un re e martire norvegese, sovrano del suo popolo dal 1015 al 1028.

Biografia

Ambito svedese, Sant'Olaf II di Norvegia (XII secolo) affresco; Östra Sönnarslövs (Svezia), chiesa

Nacque nell'anno in cui Olaf Tryggvason giunse in Norvegia. Sua madre fu Åsta Gudbrandsdatter e suo padre Harald Grenske, bisnipote di Harald I Bellachioma. Nella cultura moderna norvegese egli è noto con il nome di Olav den Hellige o Olaf il Santo.

In lingua norrena il nome di Olaf II Haraldsson era Óláfr. Dopo essersi convertito al Cristianesimo ed essere stato battezzato nel 1010, Olaf trascorse diversi anni in Inghilterra, combattendo contro i Danesi, per poi fare ritorno in Norvegia nel 1015 autoproclamandosi re di Norvegia, dopo aver guadagnato l'appoggio dei cinque sovrani che allora detenevano il potere nella regione. Nel 1016, nella battaglia di Nesjar, sconfisse Sveinn Hákonarson, legittimo erede nominale della corona, consolidando così definitivamente il suo dominio sulla Norvegia.

Durante il suo regno cercò di annullare la minaccia al suo potere mossa dai vassalli a sud del paese, e introdusse la religione cristiana come religione di stato, con l'aiuto e l'appoggio dei missionari e della loto attività di evangelizzazione del suo popolo. Insediò il suo potere anche sulle isole Orcadi, grazie ad una missione militare contro la Danimarca, che gli consentì di stringere un patto di pace con il re danese Olof di Svezia, stipulato nel 1020 nell'insediamento di Kungahälla.

Fu ucciso nel 1030 nella battaglia di Stiklestad, contro la cosiddetta "Armata dei Contadini", guidata da alcuni nobili suoi avversari legati a Canuto I d'Inghilterra.

Culto

A seguito dei miracoli avvenuti sulla sua tomba (venne riportato che il suo corpo, ad un anno di distanza dalla morte, risultava ancora incorrotto), il vescovo Grimkel il 3 agosto 1031 ne decretò la venerazione. È generalmente raffigurato con i simboli dello scudo, spada, elmo o del globo; in molte rappresentazioni della sua morte è dipinto con le tre ferite (al ginocchio, al collo ed al petto) che, secondo la tradizione, gli sarebbero state inflitte durante la battaglia da suoi tre nemici (Thorin Hund, Kalv Arnesson e Torstein Knarresmed).

Saghe nordiche

A Sant'Olav sono dedicate due delle Saghe dei re, intitolate Saga Antica di Sant'Olaf e Saga Separata di Sant'Olaf.

Predecessore: Re di Norvegia Successore: Quadrato trasparente.png
Sweyn I di Danimarca
Sveinn Hákonarson
Hákon Eiríksson
1015–1028 Canuto il Grande
Hákon Eiríksson
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Sweyn I di Danimarca
Sveinn Hákonarson
Hákon Eiríksson
{{{data}}} Canuto il Grande
Hákon Eiríksson
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.