Summis desiderantes

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Summis Desiderantes Affectibus
Bolla pontificia di Innocenzo VIII
C o a Innocenzo VIII.svg
Data 5 dicembre 1484
(I di pontificato)
Traduzione del titolo
Argomenti trattati La stregoneria in Germania
Bolla precedente
Bolla successiva


Tutti i documenti di Innocenzo VIII
Tutte le Bolle pontificie

Summis desiderantes affectibus (Desiderando con supremo ardore) è un bolla emanata da papa Innocenzo VIII, indirizzata agli inquisitori domenicani Enrico Institoris e Giacomo Sprenger perché indagassero sul fenomeno della stregoneria in Germania, specialmente nella Valle del Reno.

Contesto storico

Principale preoccupazione del papa registrata nella bolla fu che questo fenomeno fosse prima di tutto e principalmente contrastato con la predicazione.

Studiosi di parte protestante (come K. Mūller, Soldan, I. Döllinger) affermarono che con questa bolla veniva imposto al popolo tedesco, in forza di una "infallibile proclamazione", lo spettro del diavolo e delle streghe.

Queste credenze, però, erano già molto vecchie e diffuse tra il popolo tedesco. Già Giovanni Nider, anch'egli inquisitore domenicano, nel libro Formicarius, pubblicato al tempo del Concilio di Basilea (1431-1438), ne aveva descritto la fenomenologia.

Non si trattava, quindi, di una definizione dogmatica quella che viene descritta nella bolla ma soltanto la descrizione di quanto era stato riferito alla Santa Sede sulle credenze dei tedeschi renani e incaricava i due inquisitori di occuparsene.

Il Malleus Maleficarum, da loro scritto nel 1486, diventò il più autorevole manuale ad uso degli inquisitori nei procedimenti contro le streghe.

Bibliografia
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.