Arcidiocesi di Santa Cruz de la Sierra

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Arcidiocesi di Santa Cruz de la Sierra
Archidioecesis Sanctae Crucis de Sierra
Chiesa latina
Cattedrale santa cruz.jpg
arcivescovo metropolita Sergio Alfredo Gualberti Calandrina
sede vacante
Suffraganea
Regione ecclesiastica {{{regione}}}
  Bolivia - Arcidiocesi di Santa Cruz de la Sierra.png
Nazione bandiera Bolivia
diocesi suffraganee
San Ignacio de Velasco
coadiutore:
vicario:
provicario
generale:
ausiliari: Stanislaw Dowlaszewicz Billman, O.F.M.Conv.,
Braulio Sáez García, O.C.D.,
René Leigue Cesari
Arcivescovi emeriti: cardinale Julio Terrazas Sandoval, C.SS.R.
Parrocchie 70
Sacerdoti 51 secolari e 138 regolari
8.465 battezzati per sacerdote
218 religiosi 494 religiose 5 diaconi
2.033.739 abitanti in 50.000 km²
1.600.000 battezzati (78,7% del totale)
Eretta 5 luglio 1605
Rito romano
cattedrale {{{cattedrale}}}
Santi patroni:
Casilla 25, Calle Ingavi 49, Santa Cruz, Bolivia
tel. (03) 324.416; 324.286 fax. 330.181



Dati dall'annuario pontificio 2005
Chiesa cattolica in Bolivia
Tutte le diocesi della Chiesa cattolica

L'arcidiocesi di Santa Cruz de la Sierra (in latino: Archidioecesis Sanctae Crucis de Sierra) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica in Bolivia. Nel 2004 contava 1.600.000 battezzati su 2.033.739 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo Sergio Alfredo Gualberti Calandrina.

Indice

Territorio

L'arcidiocesi comprende le seguenti province del dipartimento boliviano di Santa Cruz: Andrés Ibáñez, Ignacio Warnes, Obispo Santistevan, Sara, Ichilo, Vallegrande, Florida e Manuel Caballero. Comprende anche una piccola parte della provincia di Cordillera.

Sede arcivescovile è la città di Santa Cruz de la Sierra, dove si trova la cattedrale di san Lorenzo.

Il territorio è suddiviso in 70 parrocchie.

Storia

La diocesi di Santa Cruz de la Sierra fu eretta il 5 luglio 1605, ricavandone il territorio dalla diocesi di La Plata o Charcas (oggi arcidiocesi di Sucre). Originariamente era suffraganea dell'arcidiocesi di Lima.

Il 20 luglio 1609 entrò a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di La Plata o Charcas.

Nel 1649 fu istituito il seminario diocesano, dedicato a san Giovanni Battista, che restò in funzione fino al 1661. Successivamente il seminario fu riaperto nel 1770.

Il 1º dicembre 1917, il 22 maggio 1919 e il 27 gennaio 1930 cedette porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione dei vicariati apostolici rispettivamente di El Beni, di Chaco (oggi vicariato apostolico di Camiri) e di Chiquitos (oggi diocesi di San Ignacio de Velasco).

Il 30 luglio 1975 è stata elevata al rango di arcidiocesi metropolitana.

Cronotassi dei vescovi

Statistiche

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2004 su una popolazione di 2.033.739 persone contava 1.600.000 battezzati, corrispondenti al 78,7% del totale.

anno popolazione presbiteri diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per
sacerdote
uomini donne
1950 150.000 153.000 98,0 43 23 20 3.488 29
1966 375.000 390.000 96,2 61 8 53 6.147 78 154 30
1970 380.000 400.000 95,0 92 13 79 4.130 119 167 30
1976 425.000 465.000 91,4 92 10 82 4.619 124 203 31
1980 620.500 640.000 97,0 91 13 78 6.818 1 116 230 33
1990 1.167.000 1.297.000 90,0 121 7 114 9.644 4 182 253 44
1999 1.300.000 1.600.000 81,3 150 28 122 8.666 5 196 481 55
2000 1.350.000 1.650.000 81,8 164 44 120 8.231 5 166 421 59
2001 1.380.000 1.520.000 90,8 158 37 121 8.734 2 205 466 60
2002 1.400.000 2.033.739 68,8 177 30 147 7.909 2 241 505 75
2003 1.550.000 2.033.739 76,2 202 36 166 7.673 5 254 589 75
2004 1.600.000 2.033.739 78,7 189 51 138 8.465 5 218 494 70
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.