Seconda lettera a Timoteo

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Seconda lettera a Timoteo
AUT Vienna KunsthistorischesMu Rembrandt S.Paoloscrivelettere 1633ca.jpg
Rembrandt, San Paolo scrive le sue lettere (1633 ca.), olio su tela; Vienna (Austria), Kunsthistorisches Museum
Titolo originale
Altri titoli
Nazione [[]]
Lingua originale greco
Traduzione
Ambito culturale
Autore San Paolo apostolo
Note sull'autore
Pseudonimo
Serie
Collana
Editore
Datazione 62 ca.
Datazione italiana
Luogo edizione Roma
Numero di pagine
Genere epistola
Ambientazione
Ambientazione Geografica
Ambientazione Storica

Personaggi principali:

Titoli dei racconti
Libro precedente Prima lettera a Timoteo
Libro successivo
Adattamento teatrale
Adattamento televisivo
Adattamento cinematografico
Note
Premi:
Collegamenti esterni:
ID ISBN
Virgolette aperte.png
Paolo apostolo di Cristo Gesù per volontà di Dio, per annunziare la promessa della vita in Cristo Gesù, al diletto figlio Timòteo: grazia, misericordia e pace da parte di Dio Padre e di Cristo Gesù Signore nostro.
Virgolette chiuse.png
(2Tim 1,1-2)

La Seconda lettera a Timoteo (2Tm) è un testo contenuto nel Nuovo Testamento della Bibbia cristiana.

È scritta in greco e la sua attribuzione è controversa: se autentica, è stata composta da Paolo durante la prigionia a Roma attorno al 62; se pseudoepigrafa, come più verosimile, è stata scritta dopo la sua morte (circa 64 - 67), all'interno del I secolo. Il destinatario della lettera è Timoteo, collaboratore di Paolo.

È composta da 4 capitoli contenenti esortazioni e indicazioni circa la vita della comunità.

Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.