Nuovo Testamento

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Con Nuovo Testamento (NT) si intende l'insieme dei 27 libri relativi alla vita e alla predicazione di Gesù e della Chiesa delle origini. Fanno parte della Bibbia, assieme ai precedenti testi dell'Antico Testamento. Sono stati redatti da vari autori all'interno del I secolo (per qualche testo o per alcune sezioni si pensa all'inizio del II secolo). Sono scritti in greco con numerosi semitismi.

Sono ritenuti ispirati, e dunque normativi in materia di fede e morale, da tutte le confessioni cristiane.

Caratteristiche dei libri del NT

Note
  1. Probabilmente su prototesto aramaico perduto. Vedi Priorità aramaica.
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 2,4 Per la maggior parte degli storici cristiani, vangeli e Atti furono redatti entro il I secolo, mentre alcuni storici ipotizzano la redazione definitiva alla metà del II secolo. Così p.es. Alfred Loisy, Le origini del Cristianesimo, 1964, p. 55-59;161; Ambrogio Donini, Breve storia delle religioni, 1991.
  3. 3,0 3,1 3,2 1-2 Tm e Tt sono tradizionalmente indicate col nome "Lettere Pastorali": non sono rivolte a intere comunità ma a singoli "pastori", guide della comunità
  4. Solitamente con "lettere cattoliche" (cioè "universali", senza uno specifico destinatario) si intendono le lettere non attribuite a Paolo. La Lettera agli Ebrei, non paolina e con destinatari espliciti, non rientra nei due gruppi e rappresenta un caso a parte.
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.