Beato Maurice Tornay

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Beato Maurice Tornay, C.R.B.
Presbitero · Martire
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
Beato

9014.JPG

{{{didascalia}}}
'
Titolo
Incarichi attuali
Età alla morte 38 anni
Nascita La Rosière
31 agosto 1910
Morte Cho La, Tibet
11 agosto 1949
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[]]
Professione religiosa 8 settembre 1932
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale Hanoi, 1938
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi

Iter verso la canonizzazione

Venerato da Chiesa cattolica
Venerabile il [[]]
Beatificazione 26 maggio 1993, da Giovanni Paolo II
Canonizzazione [[]]
Ricorrenza 11 agosto
Altre ricorrenze
Santuario principale
Attributi
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
Scheda su santiebeati.it
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 11 agosto, n. 16:
« Nella regione del Tibet, beato Maurizio Tornay, sacerdote e martire, che, canonico regolare della Congregazione dei Santi Nicola e Bernardo del Mont-Joux, annunciò con impegno il Vangelo in Cina e in Tibet e fu ucciso dai nemici di Cristo. »
(Santo di venerazione particolare o locale)

Beato Maurice Tornay (La Rosière, 31 agosto 1910; † Cho La, Tibet, 11 agosto 1949) è stato un sacerdote, missionario e martire svizzero.

Cenni biografici

Nacque i1 31 agosto 1910 a La Rosiere, canton Vallese, penultimo deglio otto figli di Jean-Joseph Tornay e di Faustina nata Dossier. Fu battezzato il 13 settembre col nome di Maurice (Maurizio). La famiglia contadina era di condizioni molto modeste e di solida fede. Maurizio, di carattere impulsivo e dominante, venne educato in famiglia ove ben presto, come i suoi fratelli e le sorelle, fu chiamato ad aiutare i suoi genitori nei lavori dei campi e, come alpigiano, sull'alpe di Cretes posto a 1700 metri d'altezza.

Dal 1925 al 1931 compì gli studi liceali a Saint-Maurice. Terminato il liceo il 12 luglio 1931 chiese l'ammissione nella Congregazione dei Canonici di San Bernardo e il 25 agosto entrò nel noviziato del convento del Gran San Bernardo, al passo omonimo. Per un anno si dedicò alla formazione spirituale e allo studio della Regola e della storia della Congregazione.

Terminato il noviziato, l'8 settembre 1932 emise i primi voti e 3 anni dopo i voti solenni. Continuò la sua formazione con i corsi di filosofia e teologia. Nel febbraio 1936 sollecitò ed ottenne il permesso di partire per la missione ancora prima di aver terminato gli studi teologici.

Il 24 febbraio 1936 partì da Marsiglia per la Cina assieme al canonico Cyrille Lattion (1909-1997) e il confratello Nestor Rouiller, giunsero ad Hanoi un mese dopo da dove raggiunsero i loro confratelli partiti nel 1933 per fondare un ospizio al confine tra la provincia cinese dello Yunnan e il Tibet. Fu ordinato sacerdote ad Hanoi, Vietnam, nel 1938 e fino al 1945 diresse il piccolo seminario destinato a formare il clero locale.

Nel giugno del 1945 fu nominato parroco di Yerkalo, unica missione cattolica presente del Tibet indipendente, per sostituire padre Émile Burdin, parroco dal 1940, morto di febbre gialla. In questo incarico fu molto osteggiato dai lama di un vicino monastero e fu espulso dalla missione nel gennaio del 1946.

Chiesa della missione di Yerkalo

Si ritirò a Pame, a una giornata di cammino dalla sua parrocchia, incoraggiando i suoi fedeli a resistere alla persecuzione. Ricorse presso il nunzio apostolico e presso le autorità accreditate presso il governo cinese, ma con­statata l'inefficacia della via diplomatica, su consiglio del nunzio, partì per Lhasa nella speranza di ottenere dal Dalai Lama stesso un editto di tolleranza.

Con l'accordo dei suoi superiori, nel gennaio del 1949 si unì a una carovana in partenza per Lhasa. A metà strada fu costretto a tornare sui propri passi e sul colle di Cho La fu ucciso assieme al suo domestico da sicari inviati dai lama del villaggio.

Le spoglie di padre Maurice e del suo servitore furono trasportate e sepolte nel giardino della missione di Atuntze e successivamente traslare nel cimitero delle missione di Yerkalo, dove tuttora riposano.

Culto

La beatificazione di padre Tornay prese avvio con il processo informativo di Sion (1953-63). Papa Giovanni Paolo II gli riconobbe il titolo di martire della fede nel luglio 1992, e il 16 maggio 1993 lo dichiarò beato.

Bibliografia
Collegamenti esterni
  • (FR) Voce nel sito dei Canonici Regolari della Congregazione Ospedaliera del Gran San Bernardo, online

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.