Chiesa di Gesù Divino Lavoratore (Roma)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
1leftarrow.png Voce principale: Chiese di Roma.
Chiesa di Gesù Divino Lavoratore
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO
Q11 Portuense - Gesù Divino Lavoratore 06.JPG
Roma, Chiesa di Gesù Divino Lavoratore
(1955 - 1961)
Altre denominazioni
Stato bandiera Italia
Regione bandiera Lazio


Regione ecclesiastica Lazio

Provincia Roma
Comune Stemma Roma
Località
Diocesi Roma
Vicariatus Urbis
Religione Cattolica
Indirizzo Via Oderisi da Gubbio, 16
00146 Roma (RM)
Telefono +39 06 5584612
Fax +39 06 5562731
Posta elettronica parrocchia.gdl@tiscali.it
Sito web

Sito ufficiale

Sito web 2
Proprietà Pontificia Opera per la Preservazione della Fede e la Provvista di nuove Chiese in Roma
Oggetto tipo Chiesa
Oggetto qualificazione parrocchiale
Dedicazione Gesù Cristo
Vescovo
Fondatore cardinale Clemente Micara
Data fondazione 24 marzo 1955
Architetto

Raffaele Fagnoni

Stile architettonico
Inizio della costruzione 1957
Completamento 1961
Distruzione
Soppressione
Ripristino {{{Ripristino}}}
Scomparsa {{{Scomparsa}}}
Data di inaugurazione {{{AnnoInaugur}}}
Inaugurato da {{{InauguratoDa}}}
Data di consacrazione 15 maggio 1960
Consacrato da cardinale Clemente Micara
Titolo Gesù Divin Lavoratore (titolo cardinalizio)
Strutture preesistenti
Pianta centrale
Tecnica costruttiva
Materiali calcestruzzo armato, tufo, travertino
Data della scoperta {{{Data scoperta}}}
Nome scopritore {{{Nome scopritore}}}
Datazione scavi {{{Datazione scavi}}}
Scavi condotti da {{{Scavi condotti da}}}
Altezza Massima
Larghezza Massima
Lunghezza Massima {{{LunghezzaMassima}}}
Profondità Massima
Diametro Massimo {{{DiametroMassimo}}}
Altezza Navata
Larghezza Navata
Altitudine {{{Altitudine}}}
Iscrizioni
Marcatura
Utilizzazione
Note
Coordinate geografiche
<span class="geo-dms" title="Mappe, foto aeree ed altre informazioni per Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore >= inatteso. Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore >= inatteso.">Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore >= inatteso. Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore >= inatteso. / , bandiera Italia
Patrimonio UNESCO.png Patrimonio dell'umanità
{{{nome}}}
{{{nomeInglese}}}
[[Immagine:{{{immagine}}}|240px]]
Tipologia {{{tipologia}}}
Criterio {{{criterio}}}
Pericolo Bene non in pericolo
Anno [[{{{anno}}}]]
Scheda UNESCO
[[Immagine:{{{linkMappa}}}|300px]]
[[:Categoria:Patrimoni dell'umanità in {{{stato}}}|Patrimoni dell'umanità in {{{stato}}}]]

La Chiesa di Gesù Divino Lavoratore è un edificio di culto di Roma, situato nella periferia occidentale della città, nel quartiere Portuense.

Storia

La chiesa è sede parrocchiale, istituita il 20 aprile 1978 dal cardinale vicario Clemente Micara con il decreto Paterna sollicitudine e affidata al clero diocesano di Roma.

L'idea del titolo Gesù Divino Lavoratore fu del primo parroco, mons. Francesco Rauti, e incontrò subito il favore di papa Pio XII e del suo successore Giovanni XXIII che desideravano dare così una concreta testimonianza della presenza della Chiesa nel mondo del lavoro.

L'edificio fu costruito, tra il 1955 e il 1961, su progetto dell'architetto Raffaele Fagnoni: la cerimonia di posa della prima pietra si tenne il 24 marzo 1955 alla presenza del cardinale vicario Clemente Micara e fu solennemente consacrata dallo stesso prelato il 15 maggio 1960.

È sede del titolo cardinalizio di Gesù Divin Lavoratore, istituito da papa Paolo VI il 22 aprile 1969: l'attuale titolare è il cardinale Christoph Schönborn.

Descrizione

Esterno

Il volume cilindrico della chiesa è preceduto da quello del campanile, che funge anche da "portale" d'ingresso. Le due strutture, caratterizzate esternamente per il paramento murario in blocchi di tufo squadrati con ricorsi in travertino, sono collegate tra loro da una pensilina d'accesso al primo livello.

La torre campanaria (h. 44 m) termina con una cella costituita da una trama di nervature, in calcestruzzo armato, disposte a formare dei triangoli che lasciano intravedere le campane.

Interno

Chiesa di Gesù Divino Lavoratore (interno)

La chiesa presenta una pianta centrale, ovoidale, articolata da quattordici pilastri radiali, in calcestruzzo armato, rivestiti in pietra, che sorreggono la complessa struttura di travi primarie e secondarie, che compongono il disegno del soffitto e la sottile soletta della volta. Due coppie di pilastri marcano l'atrio e l'area presbiteriale.

L'aula liturgica è circondata da un ballatoio al primo livello, sormontato da un'ampia finestra a nastro, decorata all'esterno da un motivo di croci in successione.

Il presbiterio, rialzato di alcuni gradini rispetto al resto dell'aula liturgica, ospita la mensa eucaristica e due leggii con funzioni di ambone, ed è abbracciata dal complesso delle canne dell'organo Mascioni opus 839 costruito nel 1963-1964, a trasmissione elettrica e dispone di 31 registri e la sua consolle, situata a pavimento nell'aula, ha due tastiere e pedaliera, con i comandi dei vari registri, accoppiamenti e annullatori a placchette a bilico.

Sull'altare, su sfondo a tessere policrome, è collocato,:

Bibliografia
  • Massimo Alemanno, Le chiese di Roma moderna, vol. II, Armando, Roma, 2006, pp. 131-133, ISBN 9788883589718
  • Stefano Mavilio, Guida all'architettura sacra. Roma, 1945-2005, col. "Luoghi e architetture", Mondadori-Electa, Milano, 2006, pp. 212-213, ISBN 9788837041410
  • Claudio Rendina, Le Chiese di Roma. Storia e segreti, col. "Tradizioni italiane", Newton & Compton, Roma, 2017, p. 120, ISBN 9788854188358
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.