Chiesa di San Giovanni Crisostomo (Roma)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
1leftarrow.png Voce principale: Chiese di Roma.
Chiesa di San Giovanni Crisostomo
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO
Roma (Q. Monte Sacro Alto) - S. Giovanni Crisostomo 01.JPG
Roma, Chiesa di San Giovanni Crisostomo (1968 - 1969)
Altre denominazioni
Stato bandiera Italia
Regione bandiera Lazio


Regione ecclesiastica Lazio

Provincia Roma
Comune Stemma Roma
Località
Diocesi Roma
Vicariatus Urbis
Religione Cattolica
Indirizzo Via Emilio De Marchi, 60
00141 Roma (RM)
Telefono +39 06 86802247
Fax +39 06 86802247
Posta elettronica segreteria@sangiovannicrisostomo.it
Sito web

Sito ufficiale

Sito web 2
Proprietà Pontificia Opera per la Preservazione della fede e la provvista di nuove Chiese in Roma
Oggetto tipo Chiesa
Oggetto qualificazione parrocchiale
Dedicazione San Giovanni Crisostomo
Vescovo
Fondatore cardinale Clemente Micara
Data fondazione 1964
Architetti

Ennio Canino
Viviana Rizzi

Stile architettonico Modernismo, brutalismo
Inizio della costruzione 1968
Completamento 1969
Distruzione
Soppressione
Ripristino {{{Ripristino}}}
Scomparsa {{{Scomparsa}}}
Data di inaugurazione
Inaugurato da
Data di consacrazione 16 febbraio 1969
Consacrato da cardinale Angelo Dell'Acqua
Titolo San Giovanni Crisostomo a Monte Sacro Alto (titolo cardinalizio)
Strutture preesistenti
Pianta centrale
Tecnica costruttiva
Materiali calcestruzzo armato a vista, laterizi
Data della scoperta {{{Data scoperta}}}
Nome scopritore {{{Nome scopritore}}}
Datazione scavi {{{Datazione scavi}}}
Scavi condotti da {{{Scavi condotti da}}}
Altezza Massima
Larghezza Massima
Lunghezza Massima {{{LunghezzaMassima}}}
Profondità Massima
Diametro Massimo {{{DiametroMassimo}}}
Altezza Navata
Larghezza Navata
Altitudine {{{Altitudine}}}
Iscrizioni
Marcatura
Utilizzazione
Note
Coordinate geografiche
41°56′26″N 12°32′35″E / 41.94055, 12.54301 bandiera Italia
Patrimonio UNESCO.png Patrimonio dell'umanità
{{{nome}}}
{{{nomeInglese}}}
[[Immagine:{{{immagine}}}|240px]]
Tipologia {{{tipologia}}}
Criterio {{{criterio}}}
Pericolo Bene non in pericolo
Anno [[{{{anno}}}]]
Scheda UNESCO
[[Immagine:{{{linkMappa}}}|300px]]
[[:Categoria:Patrimoni dell'umanità in {{{stato}}}|Patrimoni dell'umanità in {{{stato}}}]]

La Chiesa di San Giovanni Crisostomo è un edificio di culto di Roma, situato nella periferia settentrionale della città, nel quartiere Monte Sacro Alto.

Storia

La chiesa è sede parrocchiale, istituita il 15 gennaio 1964 dal cardinale vicario Clemente Micara (1879 - 1965) con il decreto Quo aptius e affidata al clero diocesano di Roma.

L'edificio fu costruito, tra il 1968 e il 1969, su progetto degli architetti Ennio Canino e Viviana Rizzi: la cerimonia di posa della prima pietra si tenne alla presenza del cardinale vicario Angelo Dell'Acqua (1903 - 1972); la chiesa fu solennemente consacrata dallo stesso prelato il 16 febbraio 1969.

È sede del titolo cardinalizio di San Giovanni Crisostomo a Monte Sacro Alto, istituito da papa Paolo VI il 26 aprile 1969: l'attuale titolare è il cardinale José De Jesús Pimiento Rodríguez.

Descrizione

Esterno

All'esterno la chiesa si presenta con una posizione arretrata rispetto al filo stradale, creando così un piccolo sagrato coperto da una profonda pensilina, sorretta da un unico pilastro centrale, sormontata da una croce.

Interno

L'aula liturgica, a pianta centrale, è inondata di luce naturale, proveniente da un alto tiburio vetrato in corrispondenza del presbiterio rialzato di alcuni gradini. Le pareti interne in laterizi a faccia a vista sono segnate da una sequenza di lesene, motivo ricorrente che sul fronte è in lastre di travertino. L'altare e gli altri arredi sacri sono stati realizzati su disegno degli stessi progettisti della chiesa.

Chiesa di San Giovanni Crisostomo (interno)

All'interno si segnalano:

All'ingresso, un basso volume trasversale, ospita due cappelle laterali:

Bibliografia
  • Stefano Mavilio, Guida all'architettura sacra. Roma, 1945-2005, col. "Luoghi e architetture", Mondadori-Electa, Milano, 2006, pp. 81-82, ISBN 9788837041410
  • Claudio Rendina, Le Chiese di Roma. Storia e segreti, col. "Tradizioni italiane", Newton & Compton, Roma, 2017, p. 133, ISBN 9788854188358
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.