Concilio di Costantinopoli II

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Secondo Concilio di Costantinopoli
[[File:{{{immagine}}}|250px|center]]
Concili ecumenici della Chiesa cattolica
Data 553
Convocato da Imperatore Giustiniano I
Presieduto da Eutichio di Costantinopoli,
papa Vigilio non presente
Partecipanti 150, di cui 18 dall'Italia e 6 dall'Africa
Argomenti in discussione monofisismo
Documenti e pronunciamenti "Costitutum" di papa Vigilio
Gruppi scismatici
Concilio precedente Concilio di Calcedonia
Concilio successivo Concilio di Costantinopoli III
Riconosciuto da {{{riconosciuto}}}
Storia del Cristianesimo
Disambig-dark.svg
Nota di disambigua - Se stai cercando altri concili svoltisi nella stessa città, vedi Concilio di Costantinopoli (disambigua).

Il secondo Concilio di Costantinopoli fu convocato dall'imperatore Giustiniano nel 553, sotto la direzione del Patriarca Sant'Eutichio.

Si poneva l'obiettivo di riconciliare i cristiani copti dell'Egitto (sostenitori del monofisismo) con la Chiesa. Per raggiungere questo obiettivo l'imperatore ribadì la condanna, stabilita dal Concilio di Costantinopoli (538), circa gli scritti di tre autori nestoriani, particolarmente invisi ai copti: Teodoro di Mopsuestia, Teodoreto di Ciro e il vescovo Iba di Edessa. Nel corso del Concilio venne ribadita anche la condanna dell'origenismo e furono pronunciati 14 anatemi.

Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.