Raffaello Baralli

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Raffaello Baralli
Presbitero
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Baralli 1.JPG

Monsignor Raffaello Baralli, lucchese
{{{motto}}}
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte 62 anni
Nascita Capannori Lucca
24 giugno 1862
Morte Lucca
12 agosto 1924
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 1887 da Monsignor Nicola Ghilardi
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni

Raffaello Baralli (Capannori Lucca, 24 giugno 1862; † Lucca, 12 agosto 1924) è stato un presbitero italiano. Fu un insigne musicologo e restauratore del canto gregoriano in Italia.

Biografia

Nato a Camigliano (LU) il 24 giugno 1862 da Bernardino e Carlotta Petri, all'età di 16 anni entrò nel Seminario dei Chierici poveri e nel dicembre del 1884 venne trasferito nel Seminario Arcivescovile di Lucca.

Nel 1887 fu ordinato sacerdote da Monsignor Nicola Ghilardi; ottenne l’incarico di supplente di filosofia e l’anno seguente successe definitivamente a Monsignor Quilici in quell'incarico che mantenne fino a pochi mesi dalla sua morte.

Si incontrò nel [[1898] con Henry Marriott Bannister, autore dei "Monumenti vaticani di paleografia musicale", e iniziò ad interessarsi alla paleografia gregoriana e ai problemi di restaurazione del canto gregoriano, promossa in quel tempo dai monaci benedettini di Solesmes. Sempre in quell'anno acquistò il volume Les mélodies grégoriennes di Dom Joseph Pothier, (Bouzemont, 1835 – Conques, 1923, musicologo francese e monaco benedettino.

Nel 1900 acquistò i volumi della Paléographie Musicale di Solesmes, entrando in contatto con Dom André Mocquereau, ed iniziò a scrivere in favore della restaurazione gregoriana. In quell'anno divenne anche socio dell'Accademia lucchese di scienze, lettere ed arti.

Fu chiamato nel 1902 ad insegnare Estetica, Storia della Musica e Canto Gregoriano all'Istituto Musicale "G. Pacini" di Lucca, poi intitolato a "Luigi Boccherini". Nello stesso anno iniziò a collaborare all'importante rivista scientifica "Rassegna Gregoriana" di Roma, dove risulta abbia scritto fino al 1914.

Quando papa Pio X firmò il Motu Proprio del 1904 "Inter sollicitudines", che doveva riformare la musica sacra ministeriale, nominò una speciale commissione, per preparare edizioni ufficiali e pratiche dell'antico canto liturgico (gregoriano), presieduta da Dom Pothier e alla quale invitò a far parte anche il Baralli.

Nel 1910 venne chiamato a collaborare alla fondazione della Scuola superiore di Musica Sacra di Roma (divenuto dal 1922 il Pontificio Istituto di Musica Sacra) e l’anno successivo ne divenne professore di paleografia gregoriana fino al 1924.

Il 12 agosto del 1924 Baralli morì per attacco di angina pectoris nella sua abitazione privata del Chiostro di San Martino, al n.7.

Riposa nel cimitero di Lucca.

Fonte
  • Renato Tambellini in [1]
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.