San Guido di Anderlecht

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
San Guido di Anderlecht
Laico
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
Santo
{{{note}}}

S.GuidoAnderlecht.jpg

{{{didascalia}}}
{{{motto}}}
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte {{{età}}} anni
Nascita Brabante
Morte Anderlecht
1012
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi

Iter verso la canonizzazione

Venerato da Chiesa cattolica
Venerabile il [[]]
Beatificazione [[]]
Canonizzazione 24 giugno 1114
Ricorrenza 12 settembre
Altre ricorrenze
Santuario principale Collegiata Saints-Pierre-et-Guidon (Anderlecht)
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di lavoratori dei campi, i campanari, i sacrestani, invocato contro la dissenteria
Collegamenti esterni
Scheda su santiebeati.it
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 12 settembre, n. 5:
« Ad Anderlecht in Brabante, nell'odierno Belgio, san Guido, che fu dapprima custode della chiesa di Mariensee; noto per la sua generosità verso i poveri, si fece pellegrino per sette anni ai luoghi santi e, tornato infine nella sua terra, vi morì piamente. »

San Guido di Anderlecht (Brabante; † Anderlecht, 1012) è stato un laico belga. Nato da una famiglia di contadini è uno dei santi più venerati del Belgio.

Le notizie più antiche sulla sua vita sono quelle fornite dal suo primo biografo, che scrisse nel 1112, al tempo della esumazione delle sue reliquie.

Biografia

Era figlio di contadini della regione belga del Brabante. Mite e generoso, mostrò fin da giovane il suo distacco dai beni terreni, donando quanto possedeva ai poveri.

Desideroso di condurre vita ascetica, lasciò la casa paterna e si trasferì a Laken, presso Bruxelles, dove fece il sacrestano della Chiesa di Mariensee; tale attività gli permetteva di essere utile al prossimo e al tempo stesso di dedicarsi alla preghiera e alle pie pratiche cristiane.

A un certo punto della sua vita costituì un'attività commerciale che non aveva fini di guadagno, ma di costituire un fondo a favore dei poveri. La scelta non si rivelò felice, poiché la prima nave che riuscì ad armare affondò nella Senna con tutto il carico.

Indossò allora l'abito del pellegrino, e per sette anni percorse le lunghe e insicure strade dell'Europa per visitare i più grandi santuari della cristianità. Giunse a Roma e poi proseguì per la Terra Santa.

Di ritorno dal lungo pellegrinaggio, stanco e malato, venne ospitato da un sacerdote di Anderlecht, una cittadina presso Bruxelles, dalla quale prese l'appellativo; ammalatosi di dissenteria, morì il 12 settembre 1012.

Culto

La sua tomba venne per molto tempo trascurata, finché il ripetersi di alcuni prodigi rinverdì la memoria del santo.

Il 24 giugno 1112 venne canonizzato dal vescovo di Cambrai, e sulla sua tomba fu costruita la Collegiata Saints-Pierre-et-Guidon, che ne accolse le reliquie e che ne porta il nome. Nella cripta della chiesa è collocata una pietra tombale senza iscrizioni e ornata solo da un ramo con foglie. Una lunga tradizione di pellegrinaggi e di devozioni popolari la considera come la tomba del "povero di Anderlecht".

Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.