Santa Fede di Agen

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Santa Fede di Agen
Laica · Martire
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
Santa

Reliquaire de sainte foy.jpg

Conques (Francia), Reliquiario di Santa Fede (985)
{{{motto}}}
Titolo
Incarichi attuali
Età alla morte anni
Nascita
Morte Agen
303
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerata da Chiesa cattolica
Venerabile il [[]]
Beatificazione [[]]
Canonizzazione [[]]
Ricorrenza 6 ottobre
Altre ricorrenze
Santuario principale
Attributi
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrona di
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
Scheda su santiebeati.it
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 6 ottobre, n. 3:
« Ad Agen in Aquitania, ora in Francia, santa Fede, martire. »

Santa Fede di Agen in francese Foy († Agen, 303) è stata una martire francese.

Il culto di Santa Fede di Agen si diffuse particolarmente in Francia nel Medioevo.

Il martirologio geronimiano la ricorda il 6 ottobre, senza indicare il periodo in cui la santa morì ed era sconosciuto all'autore della passio primitiva oggi perduta. Questa passio era nota a Floro che la riassunse nel suo Martirologio. Le recensioni posteriori della passio, invece, non più antiche del X secolo, affermano che Fede morì durante la persecuzione di Diocleziano e Adone ne precisa l'anno il 303.

Culto

Durante il IX secolo, il culto di Fede venne unito a quello di Caprasio di Agen e Alberta di Agen, anch'essi associati alla città francese.[1]

Una leggenda, infatti, dichiara che durante le persecuzioni contro i Cristiani operate dal prefetto Daciano, Caprasio fuggì a Mont-Saint-Vincent, nei pressi di Agen. Nella città assistette all'esecuzione di Fede dall'alto di una collina. Scoperto, Caprasio venne condannato a morte e venne affiancato nel suo martirio da Alberto, la sorella di Fede (identificata anche nella madre di Caprasio)[2] e da due fratelli, Primo e Feliciano. Tutti e quattro vennero decapitati.

Nel V secolo, San Dulcidio, vescovo di Agen, ordinò la costruzione di una basilica dedicata alla santa, restaurata poi nell'VIII secolo e allargata nel XV. L'edificio venne poi demolito nel 1892 per esigenze urbanistiche.

In ogni modo il centro del suo culto non fu la basilica ma la chiesa abbaziale di Conques. Nell'anno 866, i suoi resti vennero infatti trasferiti a Conques, lungo l'itinerario di pellegrinaggio verso Santiago de Compostela. Il suo culto, localizzato nell'abbazia di Saint-Foy di Conques, si diffuse tra i pellegrini del Cammino di Santiago - e anche aldilà, instaurandosi anche in Inghilterra, Italia e Sud America.

Il reliquiario dorato di Conques venne descritto nel Libro dei Miracoli di Sainte Foi di Bernard di Angers, intorno al 1010. L'oggetto è stato più volte decorato e arricchito fino al IX secolo. La testa stessa, realizzata con oro diverso rispetto a quello utilizzato nel corpo, è stata identificata come un ritratto imperiale dell'ultimo Impero Romano.

Parte delle reliquie sono state trasferite nel monastero di Sant Cugat del Vallès in Catalogna nel 1365.Le sono state dedicate altre importanti chiese a Conches-en-Ouche in Alta Normandia e a Sélestat, in Alsazia.[3]

Note
  1. (EN) Alban Butler, Farmer, David Hugh; Burns, Paul, Butler's Lives of the Saints, Liturgical Press, 2000.
  2. (EN) San Caprasio. Catholic Online.
  3. Immagine della Chiesa di Saint Foy. Structurae (Nicolas Janberg).

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.