Trittico del Matrimonio mistico di Santa Caterina (Hans Memling)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
H.Memling Trittico S.CaterinaAlessandria 1479.jpg
Hans Memling, Trittico del Matrimonio mistico di Santa Caterina (part. Santa Caterina d'Alessandria), 1479, olio su tavola
Trittico del Matrimonio mistico di Santa Caterina
Opera d'arte
Stato

bandiera Belgio

Regione Fiandre
Regione ecclesiastica [[|]]
Provincia Fiandre Occidentali
Comune

Bruges

Località
Diocesi Bruges
Parrocchia o Ente ecclesiastico
Ubicazione specifica Hans Memlingmuseum
Uso liturgico nessuno
Comune di provenienza Bruges
Luogo di provenienza Ospedale di San Giovanni
Oggetto trittico
Soggetto Madonna con Gesù Bambino in trono tra due angeli, san Giovanni Battista, santa Caterina d'Alessandria, san Giovanni evangelista e santa Barbara
Datazione 1479
Datazione
Datazione Fine del {{{fine del}}}
inizio del {{{inizio del}}}
Ambito culturale scuola fiamminga
Autore

Hans Memling

Altre attribuzioni
Materia e tecnica olio su tavola
Misure h. 176 cm; l. 332 cm
Iscrizioni OPUS IOHANNIS MEMLING ANNO M CCCC LXXIX 1479
Stemmi, Punzoni, Marchi
Note
opera firmata e datata

<span class="geo-dms" title="Mappe, foto aeree ed altre informazioni per Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto.">Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. / {{{latitudine_d}}}, {{{longitudine_d}}} {{{{{sigla paese}}}}}


Collegamenti esterni

Il Trittico del Matrimonio mistico di Santa Caterina è un dipinto, eseguito nel 1479, ad olio su tavola dal pittore tedesco Hans Memling (1435 ca. – 1494), conservato nell'Hans Memlingmuseum di Bruges (Belgio).

Descrizione

Il trittico è articolato in tre scomparti, di cui quelli laterali sono dipinti su entrambe le facciate.

Scomparto centrale

La scena raffigurata nello scomparto centrale ha luogo in un portico classicheggiante, aperto sul paesaggio, con colonne in marmi policromi disposte in semicerchio e decorata da capitelli istoriati con scene bibliche, dove compaiono:

  • al centro, una Sacra conversazione con Madonna con Gesù Bambino in trono tra due angeli: il trono è coperto da un baldacchino e con uno schienale nascosto da un prezioso drappo di damaschi dorati, la Madonna sta leggendo un libro con le Sacre Scritture, sorretto da un angelo alla sua destra, e tiene in grembo Gesù Bambino che porgendo l'anello nuziale al dito di santa Caterina d'Alessandria, inginocchiata a sinistra ai bordi dello sfarzoso tappeto anatolico, secondo l'iconografia del matrimonio mistico.
  • a sinistra:
    • San Giovanni Battista, sotto il mantello, veste un abito di pelle di pecora come interpretazione delle vesti dell'eremita, descritto nel Vangelo.
    • Santa Caterina d'Alessandria: la santa, abbigliata come una regina, quale era in vita, è riconoscibile per gli attributi tipici della ruota dentata con le lame spezzate e della spada con cui fu decapitata. La sua veste, increspata con pieghe secche e geometrizzanti, è riccamente damascata e riprende il motivo del drappo dietro la Madonna.
  • a destra:
    • San Giovanni evangelista con il calice in ricordo del veleno che gli si volle far bere, perché si rifiutava di sacrificare ad Artemide.
    • Santa Barbara intenta a leggere un libro, segno della sua conoscenza dei Testi Sacri, riconoscibile per la torre, che s'intravede dietro di lei, dove l'aveva rinchiusa suo padre.

Scomparti laterali

Il trittico ha gli scomparti laterali chiudibili, poiché all'epoca si soleva mostrare lo scomparto centrale, solo in occasioni di particolari solennità. Per questo la maggior parte del tempo, l'opera restava chiusa ed era necessario dipingere anche il retro degli scomparti laterali. Solitamente si utilizzavano a tale scopo soggetti più sobri ed essenziali. In questo caso Hans Memling dipinse due nicchie illusorie in cui i quattro committenti sono assistiti, ciascuno, dal proprio protettore.

  • scomparto laterale sinistro, dipinto su due facciate:
    • in esterno: I committenti Jacob de Kueninc e Anthonis Seghers con san Giacomo apostolo e sant'Antonio abate;
    • in interno: Decapitazione di san Giovanni Battista: il corpo del Santo decapitato è disteso a terra con le mani unite in un estremo gesto di preghiera; il carnefice di spalle ha appena mozzato la testa e la sta per mettere sul vassoio portato da Salomè (a destra), inorridita ma determinata. Tre spettatori appaiono provati ed inorriditi dalla macabra visione. Nello sfondo, dove si vede una città e oltre ancora un paesaggio lacustre, dove si svolgono alcuni episodi della vita di san Giovanni Battista:
  • scomparto laterale destro, dipinto su due facciate:
    • in esterno: Le committenti Agnes Casembrood e Clara van Hulsen con sant'Agnese e santa Chiara d'Assisi.
    • in interno: San Giovanni evangelista a Patmos: il santo in primo piano che, con un libro in mano, ha la celebre visione sull'isola di Patmos, in cui ricevette l'ispirazione dell'Apocalisse: in alto a sinistra si vede, infatti Gesù Cristo giudice nel nimbo ad arcobaleno del Paradiso, seduto in trono tra i Simboli degli Evangelisti e circondato da schiere di santi. Nel paesaggio marino si notano poi una serie d'apparizioni profetiche sulla fine dei tempi, con epici scontri d'eserciti del Bene e del Male, angeli sovrumani, draghi e altri eventi straordinari.

Iscrizione

L'iscrizione con la firma e data compare sulla cornice inferiore dello scomparto tavola centrale:

« OPUS IOHANNIS MEMLING ANNO M CCCC LXXIX 1479 »

Hans Memling 063.jpg Hans Memling 065.jpg Hans Memling 068.jpg

Hans Memling, Trittico del Matrimonio mistico di Santa Caterina (aperto), 1479, olio su tavola

Notizie storico-critiche

L'opera venne commissionata da due frati e da due suore che presiedevano l'Ospedale di San Giovanni di Bruges (oggi sede dell'Hans Memlingmuseum) verso il 1474, anche se fu compiuta, come ci riporta l'iscrizione, dal pittore nel 1479.

Lo scomparto centrale di questo trittico propone la composizione figurativa del Trittico Donne (1478 circa) dello stesso artista, conservato presso la National Gallery di Londra.

Hans Memling 062.jpg Hans Memling 066.jpg

Hans Memling, Trittico del Matrimonio mistico di Santa Caterina (chiuso), 1479, olio su tavola

Bibliografia
  • Dirk De Vos, Hans Membling: the complete works, Editore Thames and Hudson Ltd, Londra 1994 ISBN 9780500236987
  • Borchert Till-Holger, Membling, Giunti Editore, Firenze 2005 ISBN 9788809040939
  • Rosa Giorgi, Santi, col. "Dizionari dell'Arte", Mondadori Electa Editore, Milano 2002, p. 78 ISBN 9788843596744
  • Stefano Zuffi, Episodi e personaggi del Vangelo, col. "Dizionari dell'Arte", Mondadori Electa Editore, Milano 2002, p. 159 ISBN 9788843582594
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.