Giovedì

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Giovedì è il giorno della settimana tra il Mercoledì e il Venerdì.

Significato cristiano

Il giovedì più significativo per il cristianesimo è il Giovedì Santo. In esso Cristo celebrò la sua Ultima Cena, verosimilmente una Cena Pasquale, nella quale istituì l'Eucaristia e il Sacerdozio ministeriale, e nella quale lasciò nella Lavanda dei Piedi il comandamento della carità fraterna.

A motivo del Giovedì Santo, ogni Giovedì è un giorno tipicamente eucaristico: in esso nelle parrocchie e nelle Comunità Religiose si effettua comunemente l'Adorazione Eucaristica.

Di giovedì cadono (a meno che non siano state trasferite, come in Italia, alla Domenica seguente) le solennità dell'Ascensione (quaranta giorni dopo la Pasqua) e del Corpus Domini (il Giovedì dopo la solennità della Santissima Trinità).

Nella tradizione dei paesi cristiani è significativo il Giovedì grasso, il primo giovedì di carnevale. Nel rito ambrosiano è il giovedì che precede il sabato grasso.

Significato della parola

La parola italiana viene dal latino Iovis dies, giorno di Giove.

L'inglese Thursday deriva invece dal nome del dio Thor.

Giorni della settimana: | lunedì | martedì | mercoledì | giovedì | venerdì | sabato | domenica

Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.