Apocatastasi

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

L'apocatastasi (dal greco apocatastasis) è una dottrina, inizialmente gnostica, diffusa soprattutto da Origene nel III secolo.

Nel linguaggio teologico designa il ristabilimento finale e definitivo di tutta la creazione in uno stato di perfetta beatitudine.

La Dottrina

Sviluppata soprattutto dalla patristica greca, nella sua formulazione radicale implicava la salvezza universale.

Secondo tale dottrina, infatti, alla fine dei tempi Dio estinguerà ogni sorta di peccato e di male nel mondo; anche i peccatori saranno tutti perdonati e riconciliati con Dio dopo un "fuoco purificatore".

La condanna da parte della Chiesa

Il Concilio di Costantinopoli II nel 553 condannò la tesi della certezza della salvezza di tutte le creature. Questa certezza è in contrasto con quanto si afferma nei Vangeli e riduce il libero arbitrio concesso da Dio all'uomo. Tale dottrina, inoltre, non può essere approvata dal Magistero della Chiesa poiché nega l'eternità della pena dell'Inferno.

Bibliografia
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.