Diocesi di Susa

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Diocesi di Susa
Dioecesis Segusiensis
Chiesa latina

Susa Cat.SS.Giusto+Mauro.jpg
vescovo
Sede Susa

sede vacante
Susa

Amministratore apostolico {{{amministratore}}}
Nuvola apps important.svg
Ci sono degli errori relativi alla categorizzazione automatica dovuti al fatto che alcuni parametri non sono stati valorizzati!
  • Parametro: Parametro vescovo eletto senza parametro titolo eletto

Vedi {{Diocesi della chiesa cattolica/man}}

La voce è stata segnalata nella Categoria:Diocesi della chiesa cattolica/warning.

{{{vescovo eletto}}}
Suffraganea dell'arcidiocesi di Torino
Regione ecclesiastica Piemonte
Provincia italiana di Torino
Collocazione geografica della diocesi
Nazione bandiera Italia
diocesi suffraganee
{{{suffraganee}}}
coadiutore
vicario
provicario
generale
ausiliari

Vescovi emeriti:

Alfonso Badini Confalonieri
Parrocchie 61
Sacerdoti

51 di cui 42 secolari e 9 regolari
1.352 battezzati per sacerdote

18 religiosi 72 religiose 2 diaconi
76.500 abitanti in 1.062 km²
69.000 battezzati (90,1% del totale)
Eretta 3 agosto 1772
Rito romano
cattedrale {{{cattedrale}}}
Santi patroni
Piazza S. Giusto 14, 10059 Susa [Torino], Italia
tel. +390122622194 fax. 0122.62.21.30

Dati dall'annuario pontificio 2011 riferiti al 2010 Scheda
Chiesa cattolica in Italia
Tutte le diocesi della Chiesa cattolica

La diocesi di Susa (in latino: Dioecesis Segusiensis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Torino appartenente alla regione ecclesiastica Piemonte. Nel 2010 contava 69.000 battezzati su 76.500 abitanti. È attualmente sede vacante.

Territorio

La diocesi comprende la Val di Susa.

Sede vescovile è la città di Susa, dove si trova la cattedrale di san Giusto.

Il territorio è suddiviso in 61 parrocchie.

Storia

La diocesi è stata eretta il 3 agosto 1772 da papa Clemente XIV con la bolla Quod nobis, ricavandone il territorio dalle giurisdizioni delle abbazie di San Giusto di Susa, di San Pietro di Novalesa, della Sacra di San Michele e, in misura minore, dall'arcidiocesi di Torino. Nel 1794 furono annesse alla diocesi di Susa le parrocchie dell'alta Valle appartenenti un tempo all'arcidiocesi di Torino e amministrate dalla prevostura di San Lorenzo di Oulx, assegnate nel 1748 alla diocesi di Pinerolo. Il primo vescovo fu Giuseppe Francesco Maria Ferraris dei signori di Genola, dottore in teologia, insigne oratore e teologo della Cattedrale di Pinerolo. La nomina a vescovo fu conferita con atto di papa Pio VI datato 20 luglio 1778 su presentazione del re di Sardegna Vittorio Amedeo III di Savoia; il Vescovo fece il suo ingresso nella diocesi il 22 novembre 1778.

La diocesi fu soppressa in epoca napoleonica nel 1803 e incorporata nell'arcidiocesi di Torino. Fu ristabilita il 17 luglio 1817 da papa Pio VII. La soppressione del 1803 aveva colpito anche l'abbazia di San Michele, che nel 1817 fu pure ristabilita, ma perdette il privilegio dell'abbazia nullius e fu compresa nella diocesi di Susa.

Cronotassi dei vescovi

Statistiche

La diocesi al termine dell'anno 2010 su una popolazione di 76.500 persone contava 69.000 battezzati, corrispondenti al 90,1% del totale.

Fonti
Collegamenti esterni
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.