Evangeliario

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

L'Evangeliario (o meno comunemente Evangelistario) è un libro in cui sono raccolti i quattro Vangeli per la lettura liturgica.

L'Evangeliario riporta i testi dei quattro vangeli secondo il Calendario liturgico. Solitamente ha un incipit identico: "In quel tempo" (In illo tempore, in latino)[1].

I primi Evangeliarî furono composti intorno al VII secolo. Molti di essi, impreziositi da disegni, miniature, pietre preziose, perle e ricche legature, costituiscono autentici tesori d'arte libraria.

L'Evangeliario che la regina Teodolinda (589-628 ca.) donò alla chiesa di San Giovanni Battista di Monza è tutto in oro, impreziosito da gemme di vario tipo: granati e cammei antichi e zaffiri.

Nella Biblioteca Apostolica Vaticana si custodisce l'importantissimo Evangeliario di Lorsch in avorio scolpito, opera della Scuola Palatina di Carlo Magno, databile al IX secolo.

Altri esemplari particolarmente importanti per antichità e bellezza sono:

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Lista dei manoscritti miniati.
Note
  1. Oggi la lettura evangelica nelle celebrazioni domenicali e festive viene distribuita in tre cicli: Anno A, in cui si legge il Vangelo secondo Matteo; Anno B, in cui si legge il Vangelo secondo Marco; Anno C, in cui si legge il Vangelo secondo Luca. Il Vangelo secondo Giovanni non viene proposto in un ciclo a parte, ma viene utilizzato in celebrazioni particolari nei tre cicli A, B e C.
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.