Giovanni Lorenzo Berti

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Giovanni Lorenzo Berti, O.S.A.
Presbitero
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

[[File:|250px]]

{{{motto}}}
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte 69 anni
Nascita Seravezza
27 giugno 1696
Morte Pisa
26 maggio 1766
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa 1713
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 1721
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni

Giovanni Lorenzo Berti (Seravezza, 27 giugno 1696; † Pisa, 26 maggio 1766) è stato un teologo, letterato e storico italiano.

Cenni biografici

Nacque a Seravezza, in Versilia, il 28 maggio 1696, figlio di Luca contadino e di Domenica nata Boncia, secondo di quattro fratelli. Attratto dalla vita religiosa, nel 1711 entrò nel convento agostiniano di Barga, ove fece il periodo di oblatura per poi divenire novizio nel convento di san Nicola di Pisa, emettendo la professione solenne nel 1713.

Fu affiliato al convento di santo Spirito di Firenze, dove seguì il corso di grammatica. Fu poi in vari conventi dell'ordine per completare gli studi conclusi presso il convento di san Giacomo di Bologna nel 1718, dove il 30 settembre fra Berti fu dichiarato lettore di filosofia, in seguito alla discussione pubblica di una tesi su san Girolamo. Incerta è la data della sua ordinazione sacerdotale avvenuta probabilmente nel 1721 o 1722.

Oltre che teologo e storico, fu buon letterato italiano e latino, e versato in greco, in ebraico e nelle matematiche. Fu bibliotecario dell'Angelica di Roma e assistente generale dell'Ordine. Fu quindi professore di storia ecclesiastica all'università di Pisa.

Fu incaricato dal preposito generale, padre Nicola Antonio Schiaffinati[1], di scrivere un nuovo manuale teologico per le scuole agostiniane, che soppiantasse i vecchi manuali e costituisse un efficace mezzo di diffusione delle proposizioni della scuola agostiniana rigida.

Padre Berti lavorò all'opera dal 1735 al 1742. Frutto di questi anni di fatiche furono gli otto volumi del De theologicis disciplinis, che divenne libro di testo per le scuole agostiniane. L'opera fu duramente attaccata in Francia, dove il giansenismo era più diffuso e contrastato, dai teologi Jean d'Yse de Saléon (allora vescovo di Rodez) e Jean-Joseph Languet de Gergy (arcivescovo di Sens). Fu accusato di baianismo e di giansenismo e le accuse furono sottoposte alle autorità della Chiesa.

Papa Benedetto XIV invitò Berti a difendersi e la sua opera non fu mai messa all'indice. L'agostiniano scrisse diversi testi in difesa della sua opera, dove si affermava in estrema sintesi che, se il Giansenio aveva adottato buoni principi scendendo a false conclusioni, e se erano state condannate tali conclusioni, ciò non significava che fossero stati condannati anche tali principi; perciò non era vero che l'uso di un principio di Giansenio implicasse l'accettazione integrale della sua dottrina.

Negli ultimi anni, per incarico del padre generale F. S. Vazquez, padre Berti scrisse un manuale storico per gli studenti dell'Ordine, Historiae ecclesiasticae breviarium, che ebbe una certa fortuna nel trattare gli avvenimenti più recenti. Nell'opera si nota una certa reticenza ad usare il termine "giansenista".

Morì a Pisa il 26 maggio 1766.

Opere

in lingua latina

  • Joannis Laurentii Berti Florentini ... Librorum De theologicis disciplinis tomus 1. (-8), Romæ, apud Pantheon, excudebat Antonius de Rubeis, 1739-1745. Comprende:
  1. Tomus 1. Continens Prolegomena, ac disputationes de existentia, & proprietatibus unius Dei
  2. Tomus 2. In quo de Summa Trinitate, de angelis, de rerum corporearum productione, ac de primo homine disputatur
  3. Tomus 3. Qui complectitur dissertationes de originali peccato, de hæresibus adversus liberum arbitrium, & gratiam, atque de ipsa gratia reparatoris
  4. Tomus 4. In quo traduntur Legum præscriptiones, humanorumque officiorum præcepta
  5. Tomus 5. In quo agitur de verbo facto homine, & de mirabili humanæ reparationis Oeconomia
  6. Tomus 6. Qui de sacramentis in genere, ac de baptismo, præcipuas dissertationes complectitur
  7. Tomus 7. In quo plura traduntur, quæ ad confirmationis, eucharistiæ, & pœnitentiæ pertinent sacramenta
  8. Tomus 8. In quo de sacramenti confessione, & satisfactione, necnon de reliquis sacramentis differitur, ac pertractatur.
  • Augustinianum systema de gratia ab iniqua Bajani, & Janseniani erroris insimulatione vindicatum, sive refutatio librorum, quorum titulus Bajanismus, et Jansenismus redivivi in scriptis PP. FF. Bellelli, et Berti ... eodem, qui secundo loco insimulatur, auctore, Romae, apud Jo. Mariam Salvionum typographum Vaticanum, 1747. online
  • Ecclesiasticae historiae breuiarium pars prima [-altera], Pisis, Io. Paulus Giouannelius cum sociis typographus almae Pisanae academiae, 1760. Comprende:
  1. œPars prima quae complectitur chronologiae rudimenta, et decem priorum seculorum synopsim
  2. œPars altera quae progreditur usque ad annum vulgaris aereae millesimum septigentesimum sexagesimum.
Nuova edizione: Ecclesiasticae historiae breviarium, Editio novissima, Bassani, 2 voll., suis typis Remondini edidit, 1838.
  • Augustini latinorum patrum nobilissimi. Quaestionum de scientia, de voluntate, et de providentia dei, necnon De Praedestinatione, ac Reprobatione, atque de gratia reparatoris, Pisa, Ex typographia Augustini Pizzorno, 1766.
  • P. Joannis Laurentii Berti ... de haeresibus trium priorum saeculorum tractatus historico-theologicus in tres dissertationes ..., Typographia Bassanensi, Semptibus Remondini Veneti, 1769.

in lingua italiana

  • Delle lodi della città di Pistoja orazione di f. Gianlorenzo Berti agostiniano..., Perugia, appresso il Costantini stamp., 1725.
  • Ragionamento apologetico di f. Gianlorenzo Berti agostiniano al dottissimo padre Francescantonio Zaccaria ... corretto coll'esemplare dell'autore, Venezia, Giovanni Battista Recurti, 1752.
  • Disinganno del Padre Fulgenzo Moneta da Bagnone all'autore dell'opera intitolata Storia letteraria d'Italia intorno alla lettera nel IV volume inserita, e ad altri scorsi di penna dello stesso scrittore contro un Agostiniano apologista, Arbenga, 1753.
  • Alcuni apologetici scritti contro l'autore della Storia letteraria d'Italia parte prima (-seconda), 2 voll., Napoli, 1757.
  • Prose volgari di f. Gianlorenzo Berti agostiniano dedicate al merito sublime di sua eccellenza il signor cavaliere Gaetano Antinori..., Firenze, appresso Andrea Bonducci, 1759.
  • Tre consulti, fatti in difesa dell'innesto del vaiuolo da tre dottissimi teologhi toscani viventi e dedicati dall'editore all'eminentissimo principe il sig. cardinale Ignazio Michele Crivelli..., con scritti di Francesco Raimondo Adami e Gaetano Veraci, Milano, appresso Giuseppe Galleazzi, 1762.
  • Panegirici, e ragionamenti sagri, e profani del p.m. Gianlorenzo Berti agostiniano..., Firenze, a spese Remondini, 1764.
  • Delle glorie dell'antichissima e fedelissima città di Corneto. Orazione del p.m. Gianlorenzo Berti agostiniano, a cura di Giovanni Insolera, Tarquinia, Società Tarquiniense d'arte e storia, 2004. Ristampa anastatica dell'edizione: Roma, Antonio de' Rossi, 1745.
Note
Bibliografia
  • Davide Aurelio Perini, "BERTI, Giovanni Lorenzo" la voce nella Enciclopedia Italiana, Volume 6, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1930.
  • Giuseppe Pignatelli, "BERTI, Gianlorenzo" in Dizionario Biografico degli Italiani, Volume 9, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1967.

(EN) Nicholas Weber, Berti, Giovanni Lorenzo, in Charles George Herbermann (a cura di), Catholic Encyclopedia, 15 voll., Robert Appleton Company, New York 1907-1914, vol. II, 1907, p. 522, online

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.