San Gregorio di Langres

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
San Gregorio di Langres
Vescovo
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
Santo

[[File:|250px]]

{{{motto}}}
Titolo
Incarichi attuali
Età alla morte circa 93 anni
Nascita Autun
446 ca.
Morte Langres
4 gennaio 539
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale 500
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile 506
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti Vescovo di Langres
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da Chiesa cattolica
Venerabile il [[]]
Beatificazione [[]]
Canonizzazione [[]]
Ricorrenza 4 gennaio
Altre ricorrenze
Santuario principale
Attributi
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 4 gennaio, n. 2:
« A Digione in Burgundia, nell'odierna Francia, san Gregorio, che, dopo essere stato per molti anni conte nella regione di Autun, fu ordinato vescovo di Langres. »

San Gregorio di Langres, in Francese Grégoire de Langres o Grégoire d'Autun (Autun, 446 ca.; † Langres, 4 gennaio 539), è stato un vescovo burgundo.

Vita

San Gregorio di Langres nacque verso il 446. Discendente di una ricca famiglia senatoriale, fu conte e governatore di Autun nella Saône-et-Loire carica che ricoprì molto giovane alla morte dello zio Attalo. Si sposò con Armentaria e dall'unione nacquero due figli, Tetricus e Gregorio che sarà il nonno di San Gregorio di Tours, che quasi un secolo dopo nell'opera Vita Patrum ci informa sul nostro. Viene descritto come uomo rigoroso fermo con i malfattori e briganti e tenero con gli uomini onesti e laboriosi. Rimasto vedovo verso la fine del V secolo divenne presbitero e dal 506 alla sua morte, avvenuta il 4 gennaio 539, fu vescovo di Langres. Come vescovo gli successe il figlio Tetricus pure venerato come santo.

Da vescovo è ricordato per aver compiuto la traslazione delle reliquie del santo martire Benigno nell'abbaziale che poi diverrà la Cattedrale di Saint-Bénigne di Digione.

Culto

Il figlio Tetricus traslò le spoglie in un monumento funebre degno della sua fama di santità, evento commemorato il 6 novembre. Nel 1282 il vescovo di Langres, Gui di Ginevra traslò le reliquie, custodite in un cofano d'argento, dietro l'altare dell'appena costruita Cattedrale di San Mamete. Il poeta Venanzio Fortunato compose un celebre epitaffio in suo onore.

Bibliografia
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.