Teresa Margherita dell'Incarnazione

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Teresa Margherita dell'Incarnazione, O.C.D.
Religiosa
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo Caterina Farnese
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Principessa caterina farnese.jpg

{{{motto}}}
Titolo
Incarichi attuali
Età alla morte 46 anni
Nascita Piacenza
3 settembre 1637
Morte Parma
27 aprile 1684
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa 25 marzo 1663
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerata da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrona di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni

Teresa Margherita dell'Incarnazione, al secolo Caterina Farnese (Piacenza, 3 settembre 1637; † Parma, 27 aprile 1684) è stata una principessa e religiosa italiana.

Cenni biografici

Nacque a Piacenza il 3 (o 5) settembre 1637, quintogenita dei otto figli del duca di Parma e Piacenza Odoardo II e di Margherita de' Medici. Fu battezzata con il nome di Caterina il giorno successivo alla nascita nella cappella del palazzo ducale dal vescovo di Piacenza Alessandro Scappi.

Caterina ebbe un'adolescenza insolitamente libera per l'epoca in cui visse, con un carattere indipendente ed orgoglioso, insofferente dell'etichetta di corte, amante del lusso, delle corse a cavallo e della lettura, specialmente dell'Ariosto.

Queste attitudini sembravano smentire una propensione alla vita religiosa e il fratello maggiore Ranuccio II, succeduto al padre nel 1646, pensò di trovarle un marito pari al suo lignaggio. Contatti si ebbero con Luigi XIV, che espresse un lusinghiero apprezzamento sulla bellezza della "cadetta di Parma", e perfino Carlo II d'Inghilterra. Ma Caterina apertamente diceva di voler decidere da sola il suo stato e che se avesse dovuto accettare un matrimonio politico avrebbe preteso un coniuge cattolico e di sangue reale.

Attorno all'anno 1660 iniziò a pensare concretamente di abbracciare la vita religiosa, a corte non fu creduta ma dopo varie insistenze il 16 maggio 1661 fu ammessa come novizia nel monastero delle carmelitane scalze dei santi Antonio e Teresa a Parma.

Caterina rinunciò ufficialmente ad ogni suo diritto in favore dei fratelli, che a nome di lei contribuirono con delle donazioni al restauro della chiesa e convento carmelitani di san Pancrazio a Roma. Con la clausola che in caso di morte senza eredi dei fratelli avrebbe dovuto revocare il suo voto.

La cerimonia della vestizione si tenne a Parma il 22 marzo 1662, preceduta da uno sfarzoso corteo per le vie della città, salutato da archi di trionfo e salve di cannone. In onore della santa fondatrice della riforma del Carmelo, Teresa d'Ávila, Caterina prese il nome di Teresa Margherita dell'Incarnazione.

La vita monacale la mutò radicalmente. Nel monastero si diede a incessanti prove di umiltà e di obbedienza. Professati i voti solenni, aumentò le preghiere e le penitenze rigorose, che in qualche caso sfiorarono l'esaltazione mistica, tanto da indurre il suo confessore e direttore spirituale, padre Massimo della Purificazione, O.C.D., a obbligarla a moderarsi.

Suor Teresa Margherita dell'Incarnazione non accettò mai la carica di priora a cui periodicamente veniva candidata, interpretando in maniera rigida gli insegnamenti della sua maestra spirituale, suor Angelica Virginia di san Francesco di Paola, e di santa Teresa. Proprio ad imitazione della santa riformatrice del Carmelo ottenne dal suo confessore di premesso di pronunciare il voto del "più perfetto", professione che fece il 15 ottobre 1672.

Il rigido inverno 1683-1684 ne minò il fisico, già provato dalle penitenze. Morì a Parma il 27 aprile 1684 e fu sepolta il giorno successivo nel cimitero del monastero dove aveva vissuto.

Fonti
  • P. Massimo della Purificazione, O.D.C. (1698). Raguaglio istorico della nascita, vita, e morte di Suor Teresa Margherita dell'Incarnazione online
Bibliografia
  • Dario Busolini Dizionario Biografico degli Italiani, Vol. 45 (1995) online
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.