Arcidiocesi di Kaunas

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Arcidiocesi di Kaunas
Archidioecesis Kaunensis
Chiesa latina

Kauno arkikatedra bokstas 2006-06-03.JPG
Arcivescovo metropolita
Sede Kaunas

sede vacante
Kaunas

Amministratore apostolico {{{amministratore}}}
Nuvola apps important.svg
Ci sono degli errori relativi alla categorizzazione automatica dovuti al fatto che alcuni parametri non sono stati valorizzati!
  • Parametro: Parametro vescovo eletto senza parametro titolo eletto

Vedi {{Diocesi della chiesa cattolica/man}}

La voce è stata segnalata nella Categoria:Diocesi della chiesa cattolica/warning.

{{{vescovo eletto}}}
Suffraganea
Regione ecclesiastica {{{regione}}}
Lituania - Arcidiocesi di Kaunas.png
Mappa della diocesi
Nazione bandiera Lituania
diocesi suffraganee
Šiauliai, Telšiai, Vilkaviškis
coadiutore
vicario
provicario
generale
ausiliari Jonas Ivanauskas
Algirdas Jurevičius

Cariche emerite:

Sigitas Tamkevičius, S.J.
Parrocchie 90
Sacerdoti

135 di cui 113 secolari e 22 regolari
3.924 battezzati per sacerdote

35 religiosi 241 religiose 1 diaconi
635.800 abitanti in 8.750 km²
529.800 battezzati (83,3% del totale)
Eretta 1417
Rito romano
cattedrale {{{cattedrale}}}
Santi patroni
Rotuses 14/a, 3000 Kaunas, Lietuva
tel. (7)409.026 fax. 320.090

Sito ufficiale

Dati dall'annuario pontificio 2007 Scheda
Chiesa cattolica in Lituania
Tutte le diocesi della Chiesa cattolica

L'Arcidiocesi di Kaunas (in latino: Archidioecesis Kaunensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica. Nel 2006 contava 529.800 battezzati su 635.800 abitanti (83,32 %). È attualmente sede vacante.

Territorio

L'Arcidiocesi comprende porzioni delle contee di Kaunas, di Tauragė e di Vilnius]].

Sede arcivescovile è la città di Kaunas, dove si trova la Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo.

Il territorio è suddiviso in 90 parrocchie.

Storia

La Diocesi di Samogizia fu eretta nel 1417. La residenza originaria era a Medininkai, oggi Varniai.

Il Vescovo Merkelis Giedraitis combatté il Protestantesimo che aveva attecchito nella Diocesi e applicò i decreti del Concilio di Trento, procurando di aumentare il numero di sacerdoti e di parrocchie. Diede impulso alla pubblicazione di testi religiosi in lingua lituana. Cercò di aprire un Seminario diocesano, ma il progetto riuscì solo dopo la sua morte.

Nel 1798 con Bolla Maximis undique pressi papa Pio VI assegnò la Diocesi, che era suffraganea dell'Arcidiocesi di Gniezno, alla Provincia ecclesiastica dell'Arcidiocesi di Mahilëŭ (oggi Arcidiocesi di Minsk-Mahilëŭ).

Il 16 marzo 1799 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della Diocesi di Łomża.

Nel 1921 si ampliò includendo la porzione di territorio della Diocesi di Łomża che si era venuta a trovare in territorio lituano.

Il 4 aprile 1926 in forza della bolla Lituanorum gente di papa Pio XI ha ceduto porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione delle Diocesi di Panevėžys e di Vilkaviškis e contestualmente è stata elevata al rango di Arcidiocesi metropolitana.

Il 28 maggio 1997 ha ceduto un'altra porzione di territorio a vantaggio dell'erezione della Diocesi di Šiauliai.

Cronotassi dei Vescovi

Statistiche

L'Arcidiocesi al termine dell'anno 2006 su una popolazione di 635.800 persone contava 529.800 battezzati, corrispondenti all'83,3% del totale.

Fonti
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.