Beato Luigi Beltrame Quattrocchi

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Beato Luigi Beltrame Quattrocchi
Laico
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
Beato
Sposo della Beata Maria Corsini

B.LuigiBeltrameQuattrocchi.JPG

Beato Luigi Beltrame Quattrocchi
{{{motto}}}
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte 71 anni
Nascita Catania
12 gennaio 1880
Morte Roma
9 novembre 1951
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi

Iter verso la canonizzazione

Venerato da Chiesa cattolica
Venerabile il [[]]
Beatificazione 21 ottobre 2001, da Giovanni Paolo II
Canonizzazione [[]]
Ricorrenza 9 novembre
Altre ricorrenze
Santuario principale Santuario Madonna del Divino Amore, Roma
Attributi
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di
Collegamenti esterni
Scheda su santiebeati.it
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 9 novembre, n. 14:
« A Roma, beato Luigi Beltrame Quattrocchi, che, padre di famiglia, nelle faccende pubbliche come in quelle private osservò i comandamenti di Cristo e li proclamò con diligenza e probità di vita. »
(Santo di venerazione particolare o locale)

Beato Luigi Beltrame Quattrocchi (Catania, 12 gennaio 1880; † Roma, 9 novembre 1951) è stato un funzionario dello Stato italiano. con la moglie Maria Corsini (1884-1965) è venerato dalla Chiesa. Furono beatificati da Giovanni Paolo II il 21 ottobre 2001.

Biografia

Beati Luigi Beltrame Quattrocchi e Maria Corsini

Luigi Beltrame Quattrocchi nasce a Catania il 12 gennaio 1880. I suoi genitori sono Carlo e Francesca, i fratelli Gregorio, Mariannina ed Ettore. Intorno al 1889 va a vivere con Luigi e Stefania Quattrocchi, zii materni, che ne richiedono l'affidamento ai cognati non potendo avere figli.

Nel 1890, approda a Roma con lo zio Luigi dove trascorrerà il resto della sua esistenza. Frequenta il liceo Umberto I e nel 1898 consegue la licenza liceale.

Si laurea in giurisprudenza il 14 luglio 1902 all'Università La Sapienza di Roma. Durante gli studi (1901) conosce Maria Corsini.

Nell'agosto del 1905 viene nominato Vice-Pretore Onorario alla Prefettura Urbana, e il 25 novembre sposa Maria Corsini nella basilica di S. Maria Maggiore[1].

Nel 1909 Luigi è Sostituto Avvocato Erariale; nel 1919 Vice Avvocato Erariale; nel 1921 Segretario Generale. Arriva al pensionamento nel 1946 con la qualifica di Vice-Avvocato Generale Onorario dello Stato. Svolge inoltre numerosi incarichi ufficiali presso diversi Ministeri, l'ENPAS dipendenti statali, e consulenza legale per l'IRI, la Banca d'Italia, la Banca Commerciale Italiana, la Banca Nazionale del Lavoro, il Consorzio per le Opere Pubbliche, la STET.

Nonostante l'impegno del lavoro e della famiglia, Luigi si prodiga in un proficuo apostolato e prende parte all'associazionismo cattolico.

Nel 1916 coopera con l'ASCI, divenendo nel 1917 Presidente del Reparto Roma V e nel 1918 membro del Commissariato Centrale. Nel 1919 fonda con l'amico Gaetano Pulvirenti un oratorio festivo nella basilica di Santa Pudenziana, poi Reparto Scout Roma XX, diretto da lui stesso fino al 1923. Nel 1921 viene nominato Consigliere generale dell'ASCI fino al 1927. Collabora ancora con il Prof. Luigi Gedda nell'Azione Cattolica Maschile e nei Comitati Civici, appoggia come consigliere amministrativo il sorgere dell'Agenzia ORBIS; coadiuva con gli onorevoli Reggio d'Aci e Stefano Jacini al Centro Studi Politici; opera nella GIAC, nel Movimento di Rinascita Cristiana e nel Fronte della Famiglia.

È anche brancadier dell'UNITALSI. Muore il 9 novembre 1951, in via Depretis, per infarto miocardico.

Per quanti lo conobbero fu una persona affabile, vera, essenziale, dotta, convinta. Caratteristica della sua esistenza fu la quotidiana attenzione ad approfondire la presenza di Dio. Il suo motto: santificarsi per santificare.

Luigi, uomo laico-cristiano, ha vissuto le vicende piccole e grandi del suo tempo nella sua esistenza di sposo, padre e professionista alla luce di Dio, contribuendo alla promozione umana e spirituale del proprio ambiente.

Culto

Da Domenica 28 ottobre 2001 i coniugi Beltrame Quattrocchi riposano nella Cripta dell'Antico Santuario della Madonna del Divino Amore a Castel di Leva, presso Roma.

Note
  1. Dalla loro unione nascono quattro figli: il primo Filippo nel 1906 (in seguito Don Tarcisio), la seconda Stefania nel 1908 (divenuta poi Suor Cecilia), il terzo Cesare nel 1909 (religioso anche lui, con il nome di P. Paolino, trappista) e la quarta Enrichetta il 6 aprile del 1914.
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.