Museo "Don Carlo Gnocchi" di Milano

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Museo "Don Carlo Gnocchi" di Milano
Milano MuDonGnocchi Bambino+Beato.jpg
Beato Carlo Gnocchi con un bambino
Categoria Musei di Fondazione ecclesiastica
Stato bandiera Italia
Regione ecclesiastica Regione ecclesiastica Lombardia
Regione Stemma Lombardia
Provincia Milano
Comune Stemma Milano
Località o frazione {{{Località}}}
Diocesi Arcidiocesi di Milano
Indirizzo Via Capecelatro, 66
20100 Milano (MI)
Telefono +39 02 40308911, +39 02 40308226
Fax +39 02 40092927
Posta elettronica museo@dongnocchi.it
Sito web [1]
Proprietà Fondazione Don Gnocchi
Tipologia storico
Contenuti Arredi, documenti storici, libri a stampa, medaglie, mezzi di trasporto, oggetti personali, suppellettile liturgica
Servizi Accoglienza al pubblico, visite guidate
Sistema museale di appartenenza
Sede Museo Centro "Santa Maria Nascente"- IRCCS, ex cappella
Datazione sede
Sede Museo 2°
Datazione sede 2°
Fondatori Fondazione Don Gnocchi
Data di fondazione 27 ottobre 2012
Note
{{{Note}}}
Coordinate geografiche
45°28′24″N 9°07′38″E / 45.473422, 9.127228 Stemma Milano
Mappa di localizzazione New: Milano
Museo "Don Carlo Gnocchi"
Museo "Don Carlo Gnocchi"
Duomo di Milano
Duomo di Milano
Università Cattolica del Sacro Cuore
Università Cattolica del Sacro Cuore

La Museo "Don Carlo Gnocchi" di Milano, aperto al pubblico il 27 ottobre 2012, è stato allestito nell'ex cappella del Centro "Santa Maria Nascente" - IRCCS (Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico), per volere della Fondazione Don Gnocchi, guidata dal presidente mons. Angelo Bazzari, con l'intento di ricostruisce tramite alcuni oggetti e documenti la vita del sacerdote lombardo proclamato beato il 25 ottobre 2009.

Dopo la beatificazione, si iniziò a progettare il Museo per farne un vero punto di riferimento per la conoscenza della figura di don Carlo Gnocchi non soltanto come riabilitatore e educatore, ma un vero protettore cui affidarsi, una figura cui guardare come autentico esempio di un vissuto cristiano.

Percorso espositivo

Nell'itinerario museale sono esposti oggetti e documenti che raccontano la vita e l'opera di don Carlo Gnocchi:

  • Oggetti personali: abiti, agendina telefonica, diploma liceale, macchina da scrivere, orologio, ritratto giovanile, scrivania, sveglia.
  • Materiali che raccontano il don Gnocchi sacerdote: breviari ambrosiani e romani, libri di preghiera, ostensorio, calici, immaginette della Madonna, corona di rosario, reliquie, paramenti liturgici e spartiti musicali appartenuti appartenuti al Beato o a lui dedicati.
  • Alcuni oggetti legati alle sue spedizioni come cappellano degli alpini (cappello con la penna nera, scarponi, ramponi, altare da campo, medaglie al valore militare, ecc.).
  • Libri della sua biblioteca e scritti personali.
  • Riconoscimenti ottenuti con le opere della Pro Juventute.
  • Automobile "Fiat Topolino" rossa che don Gnocchi usava per spostarsi.
  • Due motociclette tra cui una Galletto Guzzi rossa: una delle due fu usata da don Gnocchi nella "Freccia Rossa", la spedizione che fece con alcuni scout da Milano a Capo Nord per sensibilizzare l'Europa e raccogliere i fondi per gli orfani e i mutilati di guerra.

Galleria fotografica

Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.