Museo Diocesano di Gaeta

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Museo Diocesano e della religiosità del Parco dei Monti Aurunci di Gaeta)
Museo Diocesano di Gaeta
Gaeta MuDi StendardoLepanto XVI.jpg
Girolamo Siciolante, Stendardo processionale di Lepanto con Gesù Cristo crocifisso tra san Pietro e san Paolo (1571), olio su tela
Categoria Musei diocesani
Stato bandiera Italia
Regione ecclesiastica Lazio
Regione bandiera Lazio
Provincia Latina
Comune Gaeta
Località o frazione {{{Località}}}
Diocesi Arcidiocesi di Gaeta
Indirizzo Piazza Tommaso De Vio 7
04024 Gaeta (LT)
Telefono +39 0771 4530233
+39 0771 4530234
Fax +39 0771 4530233
Posta elettronica beniculturali@arcidiocesigaeta.it
Sito web
Proprietà Arcidiocesi di Gaeta
Tipologia arte sacra, archeologico
Contenuti codici miniati, dipinti, lapidi, mosaici, paramenti sacri, reperti archeologici, sculture, suppellettile liturgica
Servizi accoglienza al pubblico, biglietteria, organizzazione di eventi e mostre temporanee, visite guidate
Sistema museale di appartenenza Sistema Museale Tematico - MusArt
Sede Museo Palazzo De Vio
Datazione sede XVI secolo
Sede Museo 2°
Datazione sede 2°
Fondatori
Data di fondazione 4 novembre 1956
Note
{{{Note}}}
Coordinate geografiche
{{ {{{sigla paese}}} }} <span class="geo-dms" title="Mappe, foto aeree ed altre informazioni per Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto.">Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. / {{{latitudine_d}}}, {{{longitudine_d}}}

Il Museo Diocesano di Gaeta (Latina), allestito nel Palazzo De Vio,[1] venne inaugurato il 4 novembre 1956, per conservare, valorizzare e promuovere la conoscenza del patrimonio storico-artistico, proveniente dalla Cattedrale dei Santi Erasmo e Marciano e di Santa Maria Assunta e dal territorio diocesano.

Storia

La prima idea di un Museo risale al 1903, in occasione della posa della prima pietra per la costruzione della nuova facciata della Cattedrale dei Santi Erasmo e Marciano e di Santa Maria Assunta. Questa progetto aveva l'obiettivo di raccogliere i reperti archeologici, le opere e la suppellettile liturgica proveniente sia dall'area urbana, sia dal territorio circostante.

Il progetto si concluse con l'apertura al pubblico del Museo Diocesano, inaugurato nel pronao della Cattedrale, il 4 novembre 1956 ed ampliato nel 1976.

Dal 1998 sono iniziati i lavori di ristrutturazione del Palazzo De Vio per adibirlo a Museo Diocesano, per conservare i beni culturali ed archeologici, provenienti dal territorio gaetano. La collezione è stata collocata nella nuova sede espositiva nel 2006.

Percorso espositivo e opere

L'itinerario museale presenta reperti archeologici, opere e suppellettile liturgica, databili dall'età romana al XIX secolo.

Reperti archeologici

Il Museo presenta reperti archeologici di particolare pregio ed interesse culturale:

Pittura e scultura

Il Museo conserva pregevoli dipinti e sculture, tra cui spiccano:

Ambito bizantino, Stauroteca (XI secolo), oro e smalti

Suppellettile liturgica e paramenti sacri

Nel Museo sono esposti preziosi oggetti liturgici e paramenti sacri. Di rilievo:

Galleria fotografica

Note
  1. Il Palazzo, appartenuto al cardinale Tommaso De Vio (14691534), ha subito nel corso dei secoli varie e complesse trasformazioni architettoniche, che ne hanno profondamente modificato l'aspetto originario.
  2. Scheda dell'opera nel Catalogo della Fondazione "Federico Zeri"
  3. Ibidem
  4. Ibidem
  5. Ibidem
Bibliografia
  • Erminia Giacomini Miari, Paola Mariani, Musei religiosi in Italia, Editore Touring, Milano 2005, p. 88 ISBN 9788836536535
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.