Rosarium Virginis Mariae

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Rosarium Virginis Mariae
Lettera apostolica di Giovanni Paolo II
John paul 2 coa.svg
Data 16 ottobre 2002
(XXV di pontificato)
Traduzione del titolo Rosario della Vergine Maria
Argomenti trattati sulla recita del rosario
Lettera apostolica precedente Misericordia Dei
Lettera apostolica successiva Spiritus et Sponsa

(IT) Testo integrale sul sito della Santa Sede.

Tutti i documenti di Giovanni Paolo II
Tutte le Lettere apostoliche

Rosarium Virginis Mariae è una lettera apostolica di Giovanni Paolo II sulla recita del rosario. Pubblicata il 16 ottobre del 2002, all'inizio del suo venticinquesimo di Pontificato. Mira a ricordare il carattere cristologico e contemplativo di questa preghiera e la sua utilità per la Chiesa anche dopo il Concilio Vaticano II.

Il rosario è descritto come un riassunto del vangelo, un modo per supplicare e annunciare il Cristo con Maria. Vi si ricorda che i suoi successori Leone XIII e Paolo VI avevano anche loro esortato alla sua recitazione nelle encicliche Supremi apostolatus officio e Marialis Cultus.

Accanto ai tradizionali misteri gaudiosi, dolorosi e gloriosi, introduce una quarta contemplazione quella dei Misteri luminosi.

Il silenzio, l'ascolto della parola, il Padre Nostro, le ave Maria, il Gloria e l'orazione giaculatoria, sono gli elementi chiave di questa forma di spiritualità che il Santo Padre raccomanda per la pace, la famiglia e i bambini.

Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.