San Ciriaco di Gerusalemme

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
San Ciriaco di Gerusalemme
Vescovo · Martire
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
Santo
{{{note}}}

S.CiriacoGerusalemme patronoAncona.jpg

San Ciriaco di Gerusalemme
{{{motto}}}
Titolo
Incarichi attuali
Età alla morte {{{età}}} anni
Nascita Gerusalemme
Morte Gerusalemme
1º maggio 363 [1]
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti Vescovo di Ancona
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi

Iter verso la canonizzazione

Venerato da Chiesa cattolica
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione pre-canonizzazione
Ricorrenza 4 maggio
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi Baculo pastorale, mitria, palma
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di Ancona
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
Scheda su santiebeati.it

San Ciriaco di Gerusalemme (Gerusalemme; † Gerusalemme, 1º maggio 363[1]) è stato un vescovo e martire ebreo. È il patrono di Ancona.

Biografia

Non si hanno notizie certe sulla sua vita, i racconti sono incompleti ed a volte in contrasto fra loro.

La storia più accreditata parla di un dotto (altre fonti di un ladro) ebreo di nome Giuda, da cui il nome Judas Cyriacus (o Quiriacus). Nell'anno 326, l'Imperatrice Elena, madre di Costantino, si recò a Gerusalemme per trovare la Vera Croce. Qui venne a sapere che Giuda conosceva il luogo in cui era stata seppellita la Croce sulla quale fu crocifisso Cristo.

Giuda, rabbino ebreo, non voleva rivelare le informazioni in suo possesso, ma dopo sei giorni all'interno di una cisterna vuota, senza cibo né acqua, informò l'Imperatrice di quanto in sua conoscenza.[2] Al rinvenimento della Croce, il 3 maggio 326, Giuda si convertì al cristianesimo; fu battezzato da Macario, vescovo di Gerusalemme, alla presenza di Elena, ed assunse il nome di Ciriaco (dal greco "dedicato al Signore")[3].[4]

Un'altra tradizione, invece, parla di Ciriaco, nato in Palestina, che si convertì e diventò vescovo di Ancona; morì (forse ucciso) durante un viaggio nella sua terra natia, secondo questa ipotesi nel 133 (o 135) ca. La sua morte forse fu causata da un tumulto popolare. Non ci sono però documenti sui vescovi del capoluogo marchigiano antecedenti al V secolo.

Martirio di san Ciriaco di Gerusalemme, miniatura dal Menologio di Basilio II (X secolo)

Sicuramente però nel V secolo il corpo fu trasferito dalla Palestina ad Ancona, nella chiesa di Santo Stefano, per intervento di Galla Placidia come ricompensa alla città per non aver ricevuto le reliquie di santo Stefano a cui la chiesa era dedicata. Nel X secolo le spoglie furono trasferite al Duomo di Ancona, dove sono presenti ancora oggi.

Note
  1. Girolamo Speciali op. cit., p. 65
  2. Girolamo Speciali op. cit., p. 5
  3. in alcuni testi è ricordato come Judas Cyriacus (o Quiriacus)
  4. Antonio Leoni op. cit., p. 242
Bibliografia
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.