Tommaso Badia

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Tommaso Badia, O.P.
Scanner D767.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"

1542 THOMAS BADIA - BADIA TOMMASO.JPG

'
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 63 anni
Nascita Modena
10 dicembre 1483
Morte Roma
6 settembre 1547
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione 1509
Professione religiosa [[]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale [[]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile [[ ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
2 giugno 1542 da Paolo III (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti Cardinale presbitero di San Silvestro in Capite
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Tommaso Badia (Modena, 10 dicembre 1483; † Roma, 6 settembre 1547) è stato un cardinale e teologo italiano.

Cenni biografici

Nacque a Modena nel 1483, figlio di Alberto di famiglia di una certa notorietà, il nome della madre è sconosciuto.

Non si conosce con esattezza la data dell'ingresso del Badia nell'Ordine dei predicatori, avvenuta presumibilmente nel 1509 a Modena. Più tardi lo si trova insegnante nei collegi della Congregazione lombarda del suo Ordine, prima a Ferrara, poi a Venezia e infine nel 1520 a Bologna.

Nei capitoli generali dell'Ordine del 1530 e 1539 fu proposto come candidato per il generalato, ma non venne elette forse a causa della sua reputazione di estrema severità. Presso la Santa Sede fu temporaneamente sostituito del maestro del Sacro Palazzo il confratello Silvestro Mazzolini da Prierio, inviato in missione presso i principi italiani. Dal 17 febbraio 1529 assunse detta carica in modo permanente. Nel 1536 fu nominato membro della commissione incaricata di redigere il Consilium de emendanda Ecclesia.[1]

Favorì l'approvazione delle Costituzioni della Compagnia di Gesù che papa Paolo III confermò il 27 settembre 1540. Fu inviato presso la dieta di Worms del 1540 come teologo del cardinale Gasparo Contarini. Nel 1541 partecipò alla dieta di Ratisbona sempre come teologo del Contarini.

Al suo ritorno in Italia Paolo III lo creò cardinale nel concistoro del 2 giugno 1542, dieci giorni dopo ricevette la berrette rossa con il titolo di cardinale presbitero di San Silvestro in Capite. Si fece il suo nome come uno dei legati presso il Concilio di Trento assieme ai cardinali Reginald Pole e Pier Paolo Parisio, ma il pontefice preferì trattenerlo a Roma per esaminare le note dottrinali e disciplinari redatte nelle sedute del concilio.

Morì a Roma il 6 settembre 1547 e come da suo desiderio fu sepolto nella Chiesa di Santa Maria sopra Minerva, accanto al suo confratello, cardinale Tommaso de Vio.

Opere

È l' autore di numerosi trattati filosofici, così come di opere sulla Divina Provvidenza, sull'immortalità dell'anima e di diversi trattati a confutazione delle tesi di Lutero, nessuno dei quali è stato pubblicato.

  • Questiones physicae et metaphysicae
  • Liber de anima
  • Tractatus tres: De intensione formarum; De analogia entis; De pluralitate intelligentiarum iuxta Aristotelem
  • Tractatus duo: De immortalitate animae; De opinantes
  • De providentia divina
  • De pugna duorum Angelorum homini astantium, ad Gabrielem Ferrarium
  • Tractatus adversum Lutheranorum errores
  • Consilium delectorum cardinalium et aliorum praelatorum de emendanda ecclesia S.D.N. Paulo III petente conscriptum et exhibitum anno 1537
Predecessore: Cardinale presbitero di San Silvestro in Capite Successore: CardinalCoA PioM.svg
Uberto Gambara 12 giugno 1542 - 6 settembre 1547 Fabio Mignanelii I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Uberto Gambara {{{data}}} Fabio Mignanelii
Note
  1. Il Consilium de emendanda ecclesia è il documento stilato dall'apposita commissione nominata nel 1536 da papa Paolo III per riflettere sugli abusi e sulla corruzione della Chiesa del tempo ed elaborare proposte di riforma. La commissione era presieduta dal cardinal Gasparo Contarini e composta oltre che dal Badia, da Girolamo Aleandro, Gregorio Cortese, Federico Fregoso, Gianmatteo Giberti, Reginald Pole e Jacopo Sadoleto. Il testo venne presentato a Paolo III nel concistoro del 9 marzo 1537. Consilium de Emendanda Ecclesia, Roma, 1538
Bibliografia

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.