Anselmo Giabbani

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Anselmo Giabbani, O.S.B. Cam.
Presbitero
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"

[[File:|250px]]

'
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte 96 anni
Nascita Stia
luglio 1908
Morte Camaldoli
18 agosto 2004
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale Tolosa, 29 giugno 1932
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni

Anselmo Giabbani (Stia, luglio 1908; † Camaldoli, 18 agosto 2004) è stato un presbitero e monaco italiano della Congregazione Camaldolese dell'Ordine di San Benedetto.

Biografia

Si avviò giovanissimo alla vita monastica, a 10 anni presso il seminario minore della Badia del Buonsollazzo e a 15 anni come novizio all'Eremo di Camaldoli.

Ordinato presbitero a Tolosa il 29 giugno del 1932.

Priore nel monastero di Fonte Avellana (Pesaro) dal 1938.

In questo periodo, insieme a don Benedetto Calati, approfondì la conoscenza spirituale dei Padri della Chiesa e delle fonti camaldolesi.

Priore generale dei camaldolesi dal 1951 al 1963.

Nel periodo dal 1952 al 1956 fu in corrispondenza con Thomas Merton, che in quel periodo valutò l'ipotesi di passare all'ordine camaldolese[1].

Padre Conciliare nella prima sessione del Concilio Vaticano II

Dal 1962 al 1963 fu Padre Conciliare, partecipando alla prima sessione del Concilio Vaticano II.[2]

Promosse la rivista "vita monastica", la riforma delle Costituzioni camaldolesi, la fondazione dell’Eremo di New Camaldoli in California; sviluppò i rapporti con le consorelle camaldolesi.

Come Priore Generale promosse l'apertura della congregazione camaldolese alla vita cenobitica, dimostrandone la coerenza con lo spirito del fondatore e i testi della tradizione dei padri della chiesa, anticipando gli orientamenti del Concilio Vaticano II.

Per questo si scontrò duramente con la componente conservatrice, giungendo alla rottura con il Priore dell'eremo tradizionalista di New Camaldoli che nel 1963 tentò di sottrarsi al controllo gerarchico appellandosi alla Santa Sede per ottenere l'autonomia; la Santa Sede obbligò i dissidenti a riconoscere l'autorità del Priore Generale, ma in seguito a questo conflitto nell'agosto del 1963 padre Giabbani fu rimosso dall'incarico di Padre Priore Generale dell'Ordine per intervento diretto della Curia Romana, tramite la Congregazione per i Religiosi; rimase comunque primo assistente del nuovo Priore Generale.[3]

Le sue idee vennero riprese e sviluppate sulla scia del rinnovamento promosso dal Concilio Vaticano II, in particolare per iniziativa di don Benedetto Calati, priore generale dal 1969, conducendo nei decenni successivi ad un profondo rinnovamento della Congregazione Camaldolese, al quale Don Anselmo collaboro assiduamente e con entusiasmo.

Superiore del Monastero di Camaldoli

Fu successivamente superiore del Monastero di Camaldoli, procuratore dell'ordine presso la Santa Sede e Superiore del monastero di San Gregorio al Celio a Roma.

Fu tra l'altro direttore spirituale dal 1952 al 1990 di Suor Nazarena, al secolo Julia Crotta (1907-1990), monaca nel monastero Camaldolese di Sant'Agostino sull'Aventino, che ha lasciato una intensa corrispondenza sulla sua esperienza spirituale[4].

Morì a Camaldoli il 18 agosto 2004.

Opere

Note
  1. (EN)Thomas Merton's Correspondence su merton.org
  2. (EN)Catholic-hierarchy su catholic-hierarchy.org
  3. Gargano, Guido Innocenzo. Camaldolesi nella spiritualità italiana del novecento voll. 1, 2, 3. Bologna, EDB, 2000-2003
  4. Storia di Nazarena, monaca anacoreta su noidonne.org
Bibliografia
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.