Chiesa di Sant'Andrea Avellino (Roma)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Disambig-dark.svg
Nota di disambigua - Se stai cercando altri significati del nome Andrea, vedi Andrea (disambigua).
1leftarrow.png Voce principale: Chiese di Roma.
Chiesa di Sant'Andrea Avellino
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO
Roma ChiesaS.AndreaAvellino.JPG
Roma, Chiesa di Sant'Andrea Avellino (1995 - 1996)
Altre denominazioni
Stato bandiera Italia
Regione bandiera Lazio


Regione ecclesiastica Lazio

Provincia Roma
Comune Stemma Roma
Località
Diocesi Roma
Vicariatus Urbis
Religione cattolica
Indirizzo Via Ascrea, 24/a
00135 Roma (RM)
Telefono +39 06 30815220
Fax +39 06 30329470
Posta elettronica SantAndreaAvellino@diocesidiroma.it
Sito web

Sito ufficiale

Sito web 2
Proprietà Parrocchia di Sant'Andrea Avellino
Oggetto tipo Chiesa
Oggetto qualificazione parrocchiale
Dedicazione Sant'Andrea Avellino
Vescovo
Fondatore Opera Romana per la preservazione della Fede
Data fondazione 29 aprile 1995
Architetto

Luigi Dell'Aquila
Roberto Panella

Stile architettonico
Inizio della costruzione 1995
Completamento 1996
Distruzione
Soppressione
Ripristino {{{Ripristino}}}
Scomparsa {{{Scomparsa}}}
Data di consacrazione 19 ottobre 1996
Consacrato da cardinale Camillo Ruini
Data di inaugurazione {{{AnnoInaugur}}}
Inaugurato da {{{InauguratoDa}}}
Strutture preesistenti
Pianta ottagonale lobata
Tecnica costruttiva
Materiali cemento armato, laterizi, legno lamellare
Data della scoperta {{{Data scoperta}}}
Nome scopritore {{{Nome scopritore}}}
Datazione scavi {{{Datazione scavi}}}
Scavi condotti da {{{Scavi condotti da}}}
Altezza Massima
Larghezza Massima
Lunghezza Massima {{{LunghezzaMassima}}}
Profondità Massima
Diametro Massimo {{{DiametroMassimo}}}
Altezza Navata
Larghezza Navata
Altitudine {{{Altitudine}}}
Iscrizioni
Marcatura
Utilizzazione
Note
Coordinate geografiche
41°57′55″N 12°24′43″E / 41.96540, 12.41181 bandiera Italia
Patrimonio UNESCO.png Patrimonio dell'umanità
{{{nome}}}
{{{nomeInglese}}}
[[Immagine:{{{immagine}}}|240px]]
Tipologia {{{tipologia}}}
Criterio {{{criterio}}}
Pericolo Bene non in pericolo
Anno [[{{{anno}}}]]
Scheda UNESCO
[[Immagine:{{{linkMappa}}}|300px]]
[[:Categoria:Patrimoni dell'umanità in {{{stato}}}|Patrimoni dell'umanità in {{{stato}}}]]

La Chiesa di Sant'Andrea Avellino è un luogo di culto di Roma, situato nella periferia occidentale della città, nella Zona Tomba di Nerone.

Storia

La chiesa, dedicata al presbitero teatino Andrea Avellino (15211608), è sede parrocchiale, istituita dal cardinale vicario Ugo Poletti il 30 novembre 1981 con il decreto È a tutti noto, affidata inizialmente ai Missionari dei Sacri Cuori di Gesù e Maria (Mallorca), poi al clero diocesano di Roma.

L'edificio, che faceva parte del progetto istituito della Diocesi di Roma di "50 Chiese per Roma 2000", fu disegnata e costruita dagli architetti Luigi Dell'Aquila e Roberto Panella per volontà dell'allora parroco don Giuseppe Grazioli: la cerimonia di posa della prima pietra avvenne il 29 aprile 1995 alla presenza del vescovo ausiliare, mons. Cesare Nosiglia; la chiesa fu solennemente consacrata dal cardinale Camillo Ruini il 19 ottobre 1996.

Il 16 febbraio 1997, la chiesa ha ricevuto la visita pastorale di papa Giovanni Paolo II (1978 - 2005).

Descrizione

Esterno

La chiesa, dalla ridotta volumetria e adagiata su un declivio, presenta una facciata stretta tra due ali con rientranze ed è preceduta da un portico trapezoidale aperto da un ampio portale centrale e due laterali più piccoli. Nella parte superiore della facciata è posta una grande finestra quadrata con transenne in laterizi che formano una croce.

Il campanile, a base triangolare, in laterizi, si innalza nel retro della chiesa e presenta sul lato occidentale, in vetro, una grande croce in cemento armato.

Interno

L'aula liturgica, , orientata (ossia con l'abside rivolto a Est), ha una pianta ottagonale lobata e impianto a circumstantes. La copertura è in legno lamellare con travi che creano un motivo a stella a otto punte e lucernario quadrato centrale; le pareti sono in laterizi a facciavista con alte finestre. Pavimenti e arredi liturgici sono in travertino in due tonalità di colori.

Nel presbiterio semicircolare, sopraelevato di alcuni gradini, sono posti l'altare, la sede e l'ambone in travertino. Sulla parete dietro all'altare è collocata:

Chiesa di Sant'Andrea Avellino, interno
Bibliografia
  • Stefano Mavilio, Guida all'architettura sacra. Roma, 1945-2005, col. "Luoghi e architetture", Mondadori-Electa, Milano, 2006, p. 222, ISBN 9788837041410
  • Claudio Rendina, Le Chiese di Roma. Storia e segreti, col. "Tradizioni italiane", Newton & Compton, Roma, 2017, p. 26, ISBN 9788854188358
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.