Patriarcato di Antiochia dei Siri

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Patriarcato di Antiochia dei Siri
Patriarchatus Antiochenus Syrorum
Chiesa sira

[[File:{{{immagine}}}|290px]]
patriarca Ignace Youssif III (Ephrem) Younan
Sede Beirut

sede vacante
Beirut

Amministratore apostolico {{{amministratore}}}
Suffraganea
Regione ecclesiastica {{{regione}}}
Nazione bandiera Libano
diocesi suffraganee
{{{suffraganee}}}
coadiutore
vicario
provicario
generale
ausiliari Jules Mikhael Al-Jamil, Flavien Joseph Melki, Pierre Melki

Patriarchi emeriti:

Ignace Pierre VIII (Grégoire) Abdel-Ahad, Cardinale Ignace Moussa I Dauod
Parrocchie 24
Sacerdoti

53 di cui 53 secolari
340 battezzati per sacerdote

18.059 battezzati
Eretta
Rito rito siro
cattedrale {{{cattedrale}}}
Santi patroni

Dati dall'annuario pontificio 1951 Scheda
Chiesa cattolica in Libano
Tutte le diocesi della Chiesa cattolica

Il Patriarcato di Antiochia dei Siri (in latino: Patriarchatus Antiochenus Syrorum) è la sede patriarcale della Chiesa cattolica sira. È stata costituita nel 1950 e contava 18.059 battezzati. È attualmente retta dal patriarca Ignace Youssif III (Ephrem) Younan.

Territorio

Il Patriarcato ha sede a Beirut ed è suddiviso in 24 parrocchie. Diocesi propria del patriarcato è l'eparchia di Beirut dei Siri, che conta 5 parrocchie.

Storia

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Patriarcato di Antiochia.

Fino al 1783 i patriarchi avevano il titolo di Patriarchi di Aleppo. In seguito assunsero quello di Patriarchi di Antiochia dei Siri.

Cronotassi dei patriarchi

Statistiche

La diocesi al termine dell'anno 1950 contava 18.059 battezzati.

Giurisdizione

Dal Patriarcato di Antiochia dei Siri dipendono direttamente:[4]

  • l'esarcato di Gerusalemme, con giurisdizione su Palestina e Giordania, eretto nel 1892, con sede a Gerusalemme; nel 2006 esarca è monsignor Grégoire Pierre Melki;
  • l'esarcato di Turchia, eretto nel 1908, con sede a Istanbul; nel 2006 esarca è il corepiscopo Yusuf Sag;
  • l'esarcato di Bassora e Golfo, eretto nel 1982, con sede a Bassora; nel 2006 esarca è il reverendo Marzena Eshak;
  • il Sudan, territorio dipendente direttamente dal Patriarcato di Antiochia in quanto non costituito in circoscrizione ecclesiastica; nel 2006 protosincello (ossia vicario generale) è monsignor Clément-Joseph Hannouche, vescovo de Il Cairo dei Siri.
Fonti
Note
  1. Elezione confermata in concistoro segreto il 15 dicembre 1783; cfr. Bullarium pontificium Sacrae Congregationis de Propaganda Fide, tomo IV, Romae 1841, pp. 235ss.
  2. Eletto il 25 febbraio 1820, ricevette la conferma della Santa Sede solo nel 1828; cfr. Bullarium pontificium Sacrae Congregationis de Propaganda Fide, Tomo V, Romae 1841, pp. 28-34.
  3. Cfr. Elezione del nuovo patriarca.
  4. Cfr. Annuario pontificio 2006, pagine 3-4.
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.