San Guglielmo d'Aquitania

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
San Guglielmo d'Aquitania
Laico
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
Santo

Bekehrung des Herzogs Wilhelm von Aquitanien (Genua 17 Jh).jpg

San Bernardo converte il duca
{{{motto}}}
Titolo
Incarichi attuali
duca
Età alla morte s anni
Nascita Tolosa
1099
Morte Santiago di Compostella
9 aprile 1137
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza 28 maggio
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Duca di Aquitania
Stemma
In carica 1126 - 1137
Incoronazione
Investitura
Predecessore Guglielmo IX
Erede
Successore Eleonora
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Conte di Poitiers (Guglielmo VIII)
In carica 1126 –
1137
Incoronazione
Investitura
Predecessore Guglielmo VII
Erede {{{erede}}}
Successore Eleonora
Duca di Guascogna (Guglielmo III)
In carica 1126 –
1137
Incoronazione
Investitura
Predecessore Guglielmo II
Erede {{{erede}}}
Successore Eleonora
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo Guglielmo il Santo
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia Ramnulfidi
Padre Guglielmo IX il trovatore
Madre Filippa di Tolosa
Coniugi

  • Eleonora di Chatelleraut
  • Emma di Limoges

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
Scheda su santiebeati.it

San Guglielmo d'Aquitania, in francese Guillaume X duc d'Aquitaine o Guillaume VIII comte de Poitou (Tolosa, 1099; † Santiago di Compostella, 9 aprile 1137), è stato un conte e duca francese. Fu duca di Aquitania, duca di Guascogna e conte di Poitiers, dal 1126 alla sua morte (1137).

Cenni biografici

Era figlio di Guillaume le Troubadour e di Philippa, figlia del conte do Tolosa Guillaume IV.

Divenuto duca di Aquitania si alleò con Goffredo V d'Angiò contro la Normandia. Dovette combattere a lungo sulle sue frontiere meridionali contro il suo vassallo d'Aunis, Isembert di Châtelaillon.

Dal 1130 fu sostenitore con il legato Girard d'Angoulême dell'antipapa Anacleto II, e fu scomunicato da papa Innocenzo II. Nel 1135 san Bernardo di Chiaravalle durante la celebrazione della messa nel castello di Parthenay, gli andò incontro con l'ostia sull'uscio, dove stava in quanto scomunicato, e lo scongiurò di non resistere a Dio. Il duca cadde perdendo i sensi. Quando si riprese si schierò con il Papa.

Morì il 9 aprile 1137 presso Santiago di Compostela, in Spagna, nel corso di un pellegrinaggio.

Culto

Alla fine del Medio Evo divenne un personaggio leggendario, in parte confuso con il monaco san Guglielmo di Gellone (IX secolo), festeggiato nel martirologio romano il 28 maggio o con san Guglielmo di Malavalle, eremita e fondatore dei Guglielmiti suo coevo.

Predecessore: Duca d'Aquitania Successore: Blason de l'Aquitaine et de la Guyenne.svg
Guglielmo IX 1126–1137 Eleonora I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Guglielmo IX {{{data}}} Eleonora
Predecessore: Conte di Poitiers Successore: Count of Poitiers Arms.svg
Guglielmo IX 1126–1137 Eleonora I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Guglielmo IX {{{data}}} Eleonora
Predecessore: Duca di Guascogna Successore: BlasonGASCOGNE.PNG
Guglielmo IX 1126–1137 Eleonora I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Guglielmo IX {{{data}}} Eleonora
Bibliografia
  • "Guglièlmo X duca d'Aquitania e conte d'Alvernia", in Enciclopedie online Treccani, online
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.