Zaccaria Delfino

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Zaccaria Delfino
Scanner D863.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

DELFINO ZACCARIA (+1584).jpg

'
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 56 anni
Nascita Venezia
29 marzo 1527
Morte Roma
29 dicembre 1583
Sepoltura Basilica di Santa Maria sopra Minerva (Roma)
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 1550
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 5 maggio 1553 da papa Giulio III
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile in data sconosciuta
Consacrazione vescovile [[ ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
12 marzo 1565 da Pio IV (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Zaccaria Delfino detto anche Dolfino o Dolfin (Venezia, 29 marzo 1527; † Roma, 29 dicembre 1583) è stato un cardinale e vescovo italiano.

Cenni biografici

Nacque a Venezia il 29 marzo 1527 in una nobile famiglia patrizia veneziana. Studiò lettere, filosofia e giurisprudenza all'Università di Padova.

Fu ordinato presbitero nel 1550 e si recò a Roma come prelato di papa Giulio III e nel pontificato di Paolo IV fu nominato protonotario apostolico.

Il 5 marzo 1553 fu eletto vescovo di Lesina. Risiedette raramente in diocesi a causa degli incarichi diplomatici che lo tratteranno di volta in volta in Germania (ad Augusta) nel 1561, in Sicilia e in Austria (1554 - 1556 e 1561 - 1565), con alcuni viaggi di ritorno a Roma.

Nel gennaio 1555 accompagnò Giovanni Morone legato a latere alla dieta di Augusta, ma il Morone dovette rientrare a Roma per il conclave. Quindi Delfino rimase il principale difensore, insieme ad Alvise Lippomano (Ch) designato nunzio in Polonia, degli interessi della Santa Sede presso la dieta. Richiamato a Roma in estate, fu quindi rispedito da papa Paolo IV in legazione straordinaria presso il re Ferdinando in seguito alla stipulazione della stessa pace religiosa di Augusta.

Come vescovo di Lesina prese parte dal 1562 al 1563 al Concilio di Trento.

Papa Pio IV lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 12 marzo 1565 e il 7 settembre dello stesso anno ricevette la porpora con il titolo di cardinale presbitero pro illa vice di Santa Maria in Aquiro.

Partecipò al conclave del 1565 - 1566 che elesse papa Pio V. Non fu presente al successivo conclave del 1572. Dal 1573 fu viceprotettore della Germania.

Il 22 marzo 1574 rassegnò le dimissioni dal governo della diocesi di Lesina.

Nel 1578 optò per il titolo di Santo Stefano al Monte Celio e l'anno seguente per il titolo di Sant'Anastasia. L'8 gennaio 1582 fu nominato camerlengo del Sacro Collegio, carica che tenne, com'era d'uso, un anno.

Morì il 29 dicembre 1583 all'età di 56 anni e fu sepolto nella Basilica di Santa Maria sopra Minerva (Roma).

Predecessore: Vescovo di Lesina Successore: BishopCoA PioM.svg
Marco Malipiero Ch 5 maggio 1553 - 22 marzo 1574 Martino de Martinis S.I. Ch I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Marco Malipiero Ch {{{data}}} Martino de Martinis S.I. Ch
Predecessore: Nunzio apostolico in Austria Successore: Emblem Holy See.svg
Girolamo Martinengo 20 novembre 1553 - 9 gennaio 1556 Antonio Agustín I

Stanislao Osio 22 marzo 1561 - 1º ottobre 1565 Melchiorre Biglia II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Girolamo Martinengo {{{data}}} Antonio Agustín
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Maria in Aquiro
(titolo presbiterale pro illa vice)
Successore: CardinalCoA PioM.svg
Benedetto Lomellini 7 settembre 1565 - 15 aprile 1578 Antonmaria Salviati I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Benedetto Lomellini {{{data}}} Antonmaria Salviati
Predecessore: Cardinale presbitero di Santo Stefano al Monte Celio Successore: CardinalCoA PioM.svg
Diego Espinosa Arévalo 15 aprile 1578 - 17 agosto 1579 Matthieu Cointerel I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Diego Espinosa Arévalo {{{data}}} Matthieu Cointerel
Predecessore: Camerlengo del Collegio cardinalizio Successore: CardinalCoA PioM.svg
Tolomeo Gallio 1582 - 1583 Giovanni Francesco Commendone I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Tolomeo Gallio {{{data}}} Giovanni Francesco Commendone
Predecessore: Cardinale presbitero di Sant'Anastasia Successore: CardinalCoA PioM.svg
Alfonso Gesualdo di Conza 17 agosto 1579 - 29 dicembre 1583 Giovanni Francesco Commendone I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Alfonso Gesualdo di Conza {{{data}}} Giovanni Francesco Commendone
Bibliografia

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.