Carlo Acutis

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Beato Carlo Acutis
Laico
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
Beato

CarloAcutis.jpg

{{{motto}}}
Titolo
Incarichi attuali
Età alla morte 15 anni
Nascita Londra
3 maggio 1991
Morte Monza
12 ottobre 2006
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi

Iter verso la canonizzazione

Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il 5 luglio 2018, da Francesco
Beatificazione 10 ottobre 2020, da Francesco
Canonizzazione [[]]
Ricorrenza 12 ottobre
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
Sito web associazione
Sito ufficiale o di riferimento
Scheda su santiebeati.it
Virgolette aperte.png
Ieri (10 ottobre 2020), ad Assisi, è stato beatificato Carlo Acutis, ragazzo quindicenne, innamorato dell'Eucaristia. Egli non si è adagiato in un comodo immobilismo, ma ha colto i bisogni del suo tempo, perché nei più deboli vedeva il volto di Cristo. La sua testimonianza indica ai giovani di oggi che la vera felicità si trova mettendo Dio al primo posto e servendoLo nei fratelli, specialmente gli ultimi. Un applauso al nuovo giovane Beato!
Virgolette chiuse.png
(Papa Francesco, Angelus, 11 ottobre 2020, online)

Il Beato Carlo Acutis (Londra, 3 maggio 1991; † Monza, 12 ottobre 2006) è stato un studente italiano, giovane e fervente cattolico, con la passione dei computers e dell'Eucaristia, spentosi prematuramente a quindici anni a causa di una leucemia fulminante.

Biografia

Nacque a Londra da Andrea e Antonia Salzano, esponenti dell'alta borghesia milanese, che si trovavano temporaneamente in Inghilterra per motivi di lavoro.

A soli sette anni, con la Prima Comunione, iniziò il suo amore per l'Eucaristia. A Milano frequentò le elementari e le medie presso le Suore Marcelline e il liceo classico presso l'Istituto Leone XIII, gestito dai Gesuiti.

La sua fu un'adolescenza normale, dove c'era spazio per gli affetti familiari e l'amicizia. Alla socievolezza si univa in lui un innato amore per il prossimo. Carlo dimostrava una grande inclinazione per l'informatica, ma il fulcro della sua giornata era la partecipazione quotidiana alla Celebrazione Eucaristica: ogni giorno si comunicava e recitava il Rosario.

Il suo punto di riferimento erano Gesù e Maria, i suoi modelli i beati Francisco e Giacinta Marto, san Domenico Savio, san Luigi Gonzaga e san Tarcisio.

Ideò la mostra sui miracoli eucaristici nel mondo, che fu sponsorizzata dall'Istituto San Clemente I Papa e Martire e che viene ospitata nelle parrocchie che ne fanno richiesta[1].

Nel 2006, all'inizio di ottobre, si ammalò improvvisamente di una gravissima forma di leucemia: ricoverato in ospedale, espresse l'offerta di sé con queste parole:

« Offro tutte le sofferenze che dovrò patire, al Signore, per il Papa e per la Chiesa, per non fare il Purgatorio e andare dritto in Paradiso»

Il 12 ottobre morì nell'ospedale di Monza e fu sepolto nel cimitero di Assisi.

Canonizzazione

Il 24 novembre 2016 si è chiuso a Milano la fase diocesana del processo di beatificazione. A suggellare la fine di un iter canonico iniziato il 15 febbraio 2013 è stato l'arcivescovo di Milano, il cardinale Angelo Scola.

Il 5 luglio 2018 papa Francesco ha autorizzato la promulgazione del decreto che dichiarava Carlo Acutis Venerabile. Il 23 gennaio 2019 i suoi resti, dopo esser stati riesumati dal cimitero cittadino e trattati per essere preservati ed esposti alla pubblica devozione, sono stati traslati nella Chiesa di Santa Maria Maggiore detta Santuario della Spogliazione di Assisi.[2]

Il 21 febbraio 2020 papa Francesco ha riconosciuto il miracolo necessario per la beatificazione, proclamata ad Assisi il 10 ottobre 2020.

Note
  1. A novembre 2010 il numero delle parrocchie che l'hanno ospitata è di oltre 500, in Italia e all'estero.
  2. "Beatificazione Carlo Acutis: presiederà il cardinale Agostino Vallini", su diocesiassisi.it, 1º ottobre 2020, online.
Bibliografia
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.