Joseph-Léon Cardijn

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Joseph-Léon Cardijn
Cardjinstemma.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Cardijn.jpg

{{{didascalia}}}
Evangelizare Pauperibus
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 84 anni
Nascita Schaerbeek
18 novembre 1882
Morte Lovanio
25 luglio 1967
Sepoltura
Appartenenza Arcidiocesi di Mechelen
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 22 settembre 1906
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo 15 febbraio 1965 da Paolo VI
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 15 febbraio 1965 dal card. Leo Jozef Suenens
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
22 febbraio 1965 da Paolo VI (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Joseph-Léon Cardijn (Schaerbeek, 18 novembre 1882; † Lovanio, 25 luglio 1967) è stato un cardinale belga. Fu creato tale da papa Paolo VI senza che fosse vescovo.

Biografia

Visse con i nonni ad Halle fino a quando i suoi genitori lasciarono il loro lavoro di custodi e suo padre non iniziò un'attività di commerciante di carbone e la madre non aprì un caffè. Entrambi profondamente cristiani, accolsero il desiderio del figlio di continuare gli studi per diventare sacerdote, anziché avviarlo a lavorare in fabbrica.

Dopo gli studi presso il Collegio di Nostra Signora di Halle, nel 1903 entrò nel seminario di Mechelen. Il 22 settembre 1906 venne ordinato presbitero. Per l'influenza dei genitori e del sacerdote Adolf Daens, si sentì chiamato a portando il cristianesimo fra la classe operaia. In particolare ebbe modo fu vicino alla realtà dei giovani operai che si allontanavano dalla Chiesa, e volle orientare la sua opera di evangelizzazione verso di loro.

La fondazione del movimento gioventù operaia

Nel 1925 fondò la Jeunesse Ouvrière Chrétienne (JOC) , che in Italia diventò la Gioventù Operaia Cristiana, adottando la metodologia della Revisione di Vita, facendo cioè riflettere i giovani sulla loro vita (vedere, giudicare, agire). L'originalità del metodo stava nel consentire ai giovani, riuniti in gruppi, di prendere coscienza della loro situazione, di organizzarsi per migliorarla tramite l'azione, e di scoprire, tramite il confronto col Vangelo, la presenza di Gesù nella loro storia.

In pochi anni il movimento diventò una realtà internazionale, con sedi e gruppi in tutto il mondo; in molte nazioni, come Francia e Italia, la diffusione della JOC si legò all'esperienza dei preti operai.

Cardijn passò gli ultimi anni della sua vita viaggiando per seguire l'evoluzione del suo movimento nei cinque continenti, e Papa Paolo VI lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 22 febbraio 1965.

Morì a Lovanio il 25 luglio 1967 all'età di 84 anni.

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo titolare di Tusuro Successore: Stemma vescovo.png
nessuno 15 - 22 febbraio 1965 Giovanni Benelli I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
nessuno {{{data}}} Giovanni Benelli
Predecessore: Cardinale diacono di San Michele Arcangelo Successore: Stemma cardinale.png
nessuno 22 febbraio 1965 - 25 luglio 1967 Javier Lozano Barragán
(dal 2003)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
nessuno {{{data}}} Javier Lozano Barragán
(dal 2003)
Bibliografia
  • Margherite Fievez, Jaques Meet (a cura di Silvio Carretto), Cardijn, Torino 1981
  • Filippo Raimondi, Joseph Cardijn: un prete tra i giovani operai - Editrice LDC, Torino 1997
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.