San Berardo dei Marsi

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
San Berardo dei Marsi, O.S.B.
Stemma cardinale.png
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
Santo

SanBerardodeiMarsi.JPG

Scultura processionale di San Berardo dei Marsi
'
Titolo cardinalizio
Età alla morte 51 anni
Nascita Colli di Montebove
1079
Morte Marsia
3 novembre 1130
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale XII secolo
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile XII secolo
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
1099 da Pasquale II (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da Chiesa cattolica
Venerabile il [[]]
Beatificazione [[]]
Canonizzazione [[]]
Ricorrenza 3 novembre
Altre ricorrenze
Santuario principale
Attributi
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Scheda su santiebeati.it
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 3 novembre, n. 12:
« Nella Marsica in Abruzzo, san Berardo, vescovo, che si distinse nella lotta contro la simonia, nell'opera di rinnovamento della disciplina del clero e nelle attività di sostegno e protezione dei poveri. »
(Santo di venerazione particolare o locale)

San Berardo dei Marsi (Colli di Montebove, 1079; † Marsia, 3 novembre 1130) è stato un cardinale e vescovo italiano. Di nobile famiglia abruzzese, fu stretto collaboratore di papa Pasquale II.

Biografia

Nacque presso Carsoli, dal conte Berardo e da sua moglie Teodosia. Venne avviato sin dall'infanzia alla carriera ecclesiastica ed all'età di sette anni venne affidato ai canonici della cattedrale di Santa Sabina dei Marsi che ne curarono l'educazione. Dal vescovo Pandolfo, ricevette gli ordini minori, fino all'accolitato.

Completò la sua formazione presso l'abbazia di Montecassino, dove soggiornò tra il 1095 circa e il 1102. Papa Pasquale II (1099 - 1118) lo ordinò suddiacono e lo scelse quale governatore della provincia di Campagna.

A causa dei contrasti con l'aristocrazia locale, poco tempo dopo il pontefice lo richiamò a Roma e lo innalzò alla dignità cardinalizia, assegnandolo prima alla diaconia di Sant'Adriano e poi, promossolo all'ordine dei Cardinali Presbiteri, al titolo di San Crisogono.

Nel 1109 venne eletto vescovo dei Marsi e tornò nella sua terra: il suo episcopato fu segnato dall'impegno nella moralizzazione del clero (lottò contro la pratica della simonia e del concubinato dei chierici) e dalla sollecitudine verso i poveri. Resse la diocesi fino alla morte, che lo colse il 3 novembre 1130: venne sepolto nella cattedrale di Santa Sabina di Marsia (oggi San Benedetto dei Marsi) e nel 1631, col trasferimento della sede episcopale a Pescina, le sue reliquie vennero traslate nella nuova cattedrale di Santa Maria delle Grazie.

La venerazione popolare del vescovo Berardo iniziò subito dopo la sua morte: il suo culto fu approvato e confermato da papa Pio VII il 10 maggio 1802.

La parentela con Santa Rosalia

In base alle ricerche condotte a metà del XVII secolo dallo storico Pietro Antonio Tornamira (pubblicate nel 1674) e ad un albero genealogico conservato presso la biblioteca del Monastero dei Benedettini delle Vergini di San Martino delle Scale di Monreale, Berardo fu prozio di santa Rosalia, patrona di Palermo e di tutta la Sicilia: la santa sarebbe stata infatti figlia del conte Sinibaldo delle Rose, membro della corte di Ruggero I e figlio di Teodino, fratello del cardinale dei Marsi.

Per sottolineare il particolare legame che unisce le chiese particolari dei Marsi e di Palermo, fu chiamato proprio il cardinale Salvatore De Giorgi (arcivescovo di Palermo) a celebrare la messa che, il 1 maggio 2004, segnò l'apertura dell'Anno giubilare indetto in occasione della ricorrenza del 925º anno delle nascita di San Berardo.

Successioni

Predecessore: Vescovo dei Marsi Successore: Stemma vescovo.png
Siginulfo
1097-1113
1113-1130 Benedetto
1147-1151
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Siginulfo
1097-1113
{{{data}}} Benedetto
1147-1151
Predecessore: Cardinale diacono di Sant'Adriano al Foro Successore: Kardinalpallium.png
Paolo Boschetti
1072- 1073
1099 - 1100 Pietro
1100- 1122
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Paolo Boschetti
1072- 1073
{{{data}}} Pietro
1100- 1122
Predecessore: Cardinale presbitero di San Crisogono Successore: Kardinalpallium.png
Gregorio
1088- 1092
1100 - 1130 Giovanni da Crema
1130- 1135
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Gregorio
1088- 1092
{{{data}}} Giovanni da Crema
1130- 1135
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.