Ordini minori

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Gli ordini minori sono ministeri ecclesiali che la Chiesa cattolica ha avuto fino al Concilio Vaticano II (e che le chiese ortodosse mantengono ancora oggi), che non comportavano una vera e propria ordinazione sacramentale, ma conferivano comunque lo status di chierico a chi li riceveva.

Quando nacquero avevano carattere autonomo, come servizio che svolgevano alcuni membri della comunità cristiana. Dopo il Concilio di Trento persero valore autonomo e furono mantenuti solo come gradi di servizio e responsabilità che preparavano, nel cammino di formazione del Seminario, a ricevere il diaconato e il presbiterato.

Essi sono, in ordine crescente, i seguenti:

  1. Ostiario: configura il servizio della custodia delle porte della chiesa, ma anche quello di accogliere i fedeli, respingere gli indegni, suonare le campane per avvisare dell'imminenza del culto divino.
  2. Lettore: è ancora oggi il ministero del lettore della Parola di Dio nella liturgia e nella catechesi.
  3. Esorcista: tale ordine minore consisteva nello svolgere particolari preghiere sui catecumeni, in previsione del loro battesimo, sia in casi speciali sugli "energumeni", cioè su coloro che erano ritenuti posseduti dal diavolo.
  4. Accolito: è il ministero che abilita al servizio dell'altare, soprattutto nella Messa.
  5. Suddiacono: era considerato tra gli Ordini Maggiori fino al Concilio Vaticano II. La chiesa greca tradizionalmente considera il suddiacono un ministro minore. Sulla natura di questo ministero si ebbero accanite discussioni, soprattutto al tempo della Scolastica, per stabilire se appartenesse agli ordini maggiori o minori. Finché esisteva, la sua ricezione comportava nella Chiesa cattolica l'assunzione dell'obbligo del celibato.

Nella Chiesa cattolica di rito latino dopo il Concilio Vaticano II

Dopo il Concilio Vaticano II nella chiesa cattolica di rito latino sono stati aboliti gli ordini minori dell'ostiariato e esorcistato (quest'ultimo svolto in altre forme); è stato abolito anche il suddiaconato.

Invece sono rimasti il lettorato e l'accolitato, e vengono oggi chiamati ministeri.

Nelle altre Chiese

La Chiesa greca annovera tra gli ordini minori solo il suddiacono e il lettorato.

Alcune chiese della comunione anglicana hanno mantenuto o ripristinato gli ordini minori tradizionali latini.

Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.