Santa Teresa di Gesù delle Ande

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Disambig-dark.svg
Nota di disambigua - Se stai cercando altri significati del nome Santa Teresa, vedi Santa Teresa (disambigua).
Santa Teresa di Gesù delle Ande Fernandez Solar, O.C.D.
Monaca
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo Juana, Enriqueta, Josefina de los Sagrados Corazones
Santa
{{{note}}}

Teresadelosandes.jpg

{{{didascalia}}}
{{{motto}}}
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte 19 anni
Nascita Santiago del Cile
13 luglio 1900
Morte Los Andes
12 aprile 1920
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione 14 ottobre 1919
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi

Iter verso la canonizzazione

Venerata da Chiesa cattolica
Venerabile il [[]]
Beatificazione 3 aprile 1987, da Giovanni Paolo II
Canonizzazione 21 marzo 1993, da Giovanni Paolo II
Ricorrenza 12 aprile
Altre ricorrenze 13 luglio nella sua congregazione
Santuario principale Santuario di Auco-Rinconada de Los Andes
Attributi
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrona di
Collegamenti esterni
Scheda su santiebeati.it
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 12 aprile, n. 11:
« Nella città di Los Andes in Cile, santa Teresa di Gesù (Giovanna) Fernández Solar, vergine, che, fattasi novizia nell'Ordine delle Carmelitane Scalze, consacrò, come ella stessa diceva, la propria vita a Dio per il mondo peccatore e morì all'età di venti anni colpita dal tifo. »

Santa Teresa di Gesù delle Ande Fernandez Solar, al secolo Juana, Enriqueta, Josefina de los Sagrados Corazones (Santiago del Cile, 13 luglio 1900; † Los Andes, 12 aprile 1920) è stata una religiosa cilena.

Vita

Infanzia

Nacque il 13 luglio 1900 a Santiago del Cile, quartogenita di sei figli dei coniugi Miguel Fernández Jaraquemada e Lucia Solar Armstrong, famiglia di elevata condizione sociale.

Dopo una brevissima parentesi scolastica presso le religiose Teresiane, dal 1907 studiò come alunna esterna nel collegio di Almeda, tenuto dalle Suore del Sacro Cuore. Qui, il 22 ottobre 1909, ricevette la cresima e 1'11 settembre 1910 fece la prima comunione, avvenimento che fu fondamentale per la sua maturazione interiore.

Sin da molto giovane senti un grande amore per il Signore e la sua prima meta fu la comunione con Cristo nel sacramento dell'Eucaristia. Guidata dalla forte fede della mamma, comprese che questo era una grazia che doveva meritare e alla quale doveva disporsi con la conversione di tutta se stessa.

Vocazione

Negli anni successivi, la giovane fu ripetutamente colpita da gravi malattie e molto presto poté vedere chiaramente il cammino da seguire per rispondere alla sua chiamata. Cristo stesso le rivelò nella preghiera la sua divina volontà che fosse carmelitana e che il suo dono di sé avrebbe portato il sigillo della santità.

Nei suoi scritti così parla di quelle esperienze:

«  ...mi parlò e mi fece capire quanto fosse solo e abbandonato nel Tabernacolo. Mi disse di tenergli compagnia. Allora mi diede la vocazione, poi mi disse che voleva per Sé il mio cuore e che divenissi carmelitana. Da questo momento passavo la giornata intera in intima conversazione con Nostro Signore e mi sentivo felice di star sola »

Ingresso nel collegio delle Suore del Sacro Cuore

All'età di quindici anni entrò in qualità di interna nel collegio delle Suore del Sacro Cuore, ove rimase sino al 1918.

Mentre era ancora nel mondo, sia in famiglia che in collegio attuò l'ideale carmelitano negli ambienti in cui si trovò a vivere: si immerse nell'ideale del carmelo teresiano con la lettura delle opere di santa Teresa di Gesù, di santa Teresa del Bambino Gesù e della Beata Elisabetta della Trinità, specchiandosi nella loro esperienza e prendendole come modello. Assimilò così il carisma di vivere in ossequio di Cristo ad imitazione della Vergine Maria e a servizio della Santa Chiesa. La sua vita nel mondo ebbe ormai un solo movente: fare la volontà di Dio in tutto per unirsi a Lui.

Ingresso nel carmelo

Il 7 giugno 1917 venne aggregata all'Associazione delle Figlie di Maria ed il 21 giugno successivo, dopo aver fatto la confessione generale, fece voto di non commettere alcun peccato veniale volontario.

Ormai maturata la vocazione al Carmelo, nel 1918 lasciò l'internato per prepararsi alla vita claustrale. Trascorse alcuni mesi in famiglia, ove condusse una vita ritirata e si dedicò ad un intenso apostolato.

Con il consenso dei genitori, il 7 maggio 1919 entrò nel piccolo monastero dello Spirito Santo, a Los Andes, a circa 90 km da Santiago. Il 14 ottobre dello stesso anno vestì l'abito di carmelitana, iniziando il noviziato con il nome di Teresa di Gesù.

Il 2 aprile 1920 fu colta da un violento attacco di tifo. Il 5 aprile ricevette con grande fervore gli ultimi sacramenti e il 7 aprile emise la professione religiosa in articulo mortis. Le mancavano ancora 3 mesi per compiere 20 anni e 6 mesi per terminare il noviziato canonico e poter pronunciare la professione religiosa.

Teresa di Gesù morì la sera del 12 aprile 1920 come novizia carmelitana scalza.

Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.