Vital du Four

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Vital du Four, O.F.M.
Cardinale
Vital du Four.jpg
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo Jean
battezzato
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
{{{motto}}}

Fabrizio, alfonso e francesco boschi, personalità francescane, 1642, vital du four, 02.jpg

Ritratto del cardinale. Chiostro di Ognissanti, Firenze 1640
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte {{{età}}} anni
Nascita Bazas
1260 ca.
Morte Avignone
16 agosto 1327
Sepoltura chiesa del convento di san Francesco ad Avignone
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo {{{nominato}}}
Nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 14 giugno 1321
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
23 dicembre 1312 da Clemente V (vedi)
Cardinale per
Cardinale per 14 anni, 7 mesi e 24 giorni
Cardinale elettore
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Creazione a
pseudocardinale
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Consacrazione {{{Consacrazione}}}
Insediamento {{{Insediamento}}}
Fine pontificato {{{Fine pontificato}}}
Pseudocardinali creati {{{Pseudocardinali creati}}}
Sede {{{Sede}}}
Opposto a
Sostenuto da
Scomunicato da
Riammesso da da {{{Riammesso da}}}
Precedente {{{Precedente}}}
Successivo {{{Successivo}}}
Incarichi ricoperti
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato


Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Vital du Four, al secolo Jean (Bazas, 1260 ca.; † Avignone, 16 agosto 1327) è stato un cardinale e vescovo francese.

Cenni biografici

Nato a Bazas intorno al 1260, nell'arcidiocesi di Auch in Guascogna, Jean du Four prese il nome di Vital, entrando nei Frati Minori in giovane età.

Probabilmente studiò a Bordeaux e Tolosa, prima di essere inviato a Parigi nel 1285, per continuare i suoi studi teologici come uditore.

Fu poi assegnato allo studium di Montpellier per insegnare teologia, come lector Sententiarum. Riprese una controversia iniziata a Parigi con il francescano spirituale Pietro di Giovanni Olivi, riguardante l'associazione dell'anima intellettiva con il corpo attraverso l'intermediazione dell'anima sensibile. Partecipò così attivamente ai dibattiti teologici e partecipò alla condanna delle tesi dell'Olivi.

A quel tempo, il famoso medico-teologo Arnaldo da Villanova, insegnava medicina a Montpellier e sembra che Vital du Four ne acquisì conoscenze mediche.

Fu poi lector a Tolosa nel 1297. Solo dal 1307 è indicato come magister di teologia nel capitolo generale, tenutosi a Tolosa, quando fu eletto provinciale d'Aquitania. Frate Vital era un compatriota di Bertrand de Got, che fu eletto papa con il nome di Clemente V nel 1305. Fu molto stimato dal nuovo pontefice che lo creò cardinale con il titolo dei Santi Silvestro e Martino ai Monti nel concistoro del 23 dicembre 1312.

Papa Clemente V, il cui pontificato si svolse dal 1305 al 1314 ad Avignone, si rivolse ai suoi servizi in diverse occasioni, come durante il processo contro papa Bonifacio VIII nel suo conflitto con il re Filippo il Bello, nonché per esaminare le proposte di Giovanni Olivi che faceva della povertà l'ideale cristiano.

Nel 1316 partecipò al conclave del 1314-1316 che vide l'elezione di Giovanni XXII.

Il 27 maggio 1319, su invito del Ministro generale Michele da Cesena, O.F.M., tenne il sermone di apertura al generale capitolo dell'ordine celebrato a Marsiglia.

Il suo ruolo a favore dell'elezione di Giovanni XXII e la sua perseveranza nel denunciare gli spirituale gli valsero la nomina a cardinale vescovo della sede suburbicaria di Albano nel 1321. Fu consacrato il 14 giugno e papa Giovanni XXII diede un banchetto per celebrare la sua consacrazione.

Fu legato pontificio in diverse occasioni e ricevette diverse prebende, specialmente in Francia. Cadde in disgrazia con il papa tra il 1322 e il 1323 quando si pronunciò contro di lui sul problema della povertà di Cristo e degli Apostoli abbraciando la visione del suo Ordine, ma, alla fine, si sottomise all'autorità papale.

Morì il 16 agosto 1327 ad Avignone e fu sepolto nella chiesa locale del suo Ordine.

Dottrina

Il cardinale Vital du Four lasciò molti scritti teologici. La sua opera consiste in prediche, testi polemici sulla povertà della Chiesa e sulle tesi degli spirituali, lettere e consultazioni sulle Crociate (1323) ma per la maggior parte è costituita da testi scolastici. Gli viene attribuita anche un'opera medica, sebbene non abbia mai praticato la medicina.

Povertà personale e beni in comune

Nel XIV secolo, la Chiesa fu scossa da un acceso dibattito sulla povertà francescana. Iniziata dai francescani, la disputa provocò profonde fratture al loro interno, dividendo l'Ordine dei Frati Minori in conventuali e spirituali.

La controversia fu avviata da Pietro di Giovanni Olivi, un francescano "spirituale" che esigeva il rigoroso rispetto della regola di povertà dell'Ordine francescano. Ancora giovane teologo a Parigi, Giovanni Olivi non esitò ad attaccare l'interpretazione di san Tommaso d'Aquino riguardo al voto di povertà, interpretazione che permetteva agli ordini mendicanti di possedere beni materiali in comunione. L'Olivi sosteneva che questo atteggiamento era contrario al principio della povertà volontaria e difese un'interpretazione assolutamente rigorosa del voto di povertà.

Vital du Four si oppose alle tesi di Pierre de Jean Olivi. Nella polemica sulla povertà evangelica, egli era per una povertà moderata di Cristo e degli Apostoli: potevano possedere in comune senza possedere in proprio.

Opere

  • Memorialia quaestionum
  • Quodlibet I, (18 domande)
  • Quaestiones disputate de rerum principio
  • De rerum principio, tractatus De primo rerum omnium principio
  • Questiones breves de rerum principio
  • Quaestio de productione creaturarum
  • De anima et eius potentiis
  • Questiones super IV libro sententiarum reportatae
  • Quodlibet II (14 domande)
  • Quaestiones de cognitione (8 domande)
  • Quodlibet III (14 domande)
  • Questiones de numeris, tempore et instanti, Saint-Isodore 1/15 (9 domande)
  • Abbreviatura qq. 28 G. de Fontibus, Saint-Isodore 1/15
  • Trattato Pro conservanda sanitate tuendaque prospera valetudine, ad totius humani corporis morbos et aegritudines salutarium remediorum curationumque liber utilis[1]
  • Speculum morale totius sacrae scripturae[2]
  • Super Apocalypsim

Successione degli incarichi

Predecessore: Cardinale presbitero dei Santi Silvestro e Martino ai Monti Successore: CardinalCoA PioM.svg
Gentile da Montefiore, O.F.M. 23 dicembre 1312- giugno 1321 Pierre des Chappes I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Gentile da Montefiore, O.F.M. {{{data}}} Pierre des Chappes
Predecessore: Cardinale vescovo di Albano Successore: CardinalCoA PioM.svg
Arnaud d'Aux giugno 1321 - 16 agosto 1327 Gauscelin de Jean I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Arnaud d'Aux {{{data}}} Gauscelin de Jean
Note
  1. (LA) Pro conservanda sanitate... su google.ch. URL consultato il 19-10-2022
  2. (LA) Speculum morale totius sacrae scripturae su google.ch. URL consultato il 19-10-2022
Bibliografia