Gaucelme de Jean

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Gauscelin de Jean)
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Gaucelme de Jean
Cardinale
ScannerB167.jpg
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
{{{motto}}}

[[File:|250px]]

Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte anni
Nascita Cahors
Morte Avignone
3 agosto 1348
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo {{{nominato}}}
Nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
17 dicembre 1316 da Giovanni XXII (vedi)
Cardinale per
Cardinale per 31 anni, 7 mesi e 17 giorni
Cardinale elettore
Incarichi ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato


Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Gaucelme de Jean o Gauscelin o Gaucellino, in latino Gaucelmus Joannis de Eusa o Glaucelino Deuse d'Ivonne (Cahors; † Avignone, 3 agosto 1348) è stato un cardinale francese.

Cenni biografici

Nacque a Cahors (sud della Francia) in data imprecisata, figlio di Bertrand e Jean and Marguerite Duese. Fu nipote di papa Giovanni XXII da parte di madre.

Nel 1312 era canonico della cattedrale di Reims.

Nel concistoro del 17 dicembre 1316 fu creato cardinale presbitero dallo zio con il titolo dei Santi Marcellino e Pietro. Nel 1317 divenne arcidiacono di Northampton. Fu Vice-cancelliere dal 1317 al 1318. Nel 1317, con il cardinal Luca Fieschi, fu legato a latere in Inghilterra, Scozia e Irlanda, per ristabilire la pace tra questi regni.

I legati che si erano recati a Dungal per consacrare il nuovo vescovo furono arrestati e spogliati di tutto quello che avevano. Il papa protestò energicamente con il re Edoardo III d'Inghilterra e colpì con un anatema re Robert Bruce di Scozia, mettendo il regno sotto interdetto, perché si era mosso in armi contro l'Inghilterra.

Fu prebendario di Driffield e di Louth dal 1317 alla morte. Nel 1319 fu legato presso la corte francese per ristabilire la pace tra quel regno e le Fiandre, dopo una sanguinosa guerra durata 20 anni. Il successo della missione fu suggellato dal matrimonio della principessa Margherita, figlia di Filippo V le Long di Francia, con il Conte Luigi di Nivers, figlio primogenito del conte delle Fiandre.

Il 18 dicembre 1327 optò per il titolo di cardinale vescovo di Albano. Nel 1332 fu nominato Gran penitenziere di Santa Romana Chiesa. Partecipò al conclave del 1334, che elesse papa Benedetto XII. Nel 1337 divenne arcidiacono di Carpentras e più tardi di Saint-Sauveur de Aix. Non partecipò al conclave del 1342, che vide eletto papa Clemente VI. Partecipò come giudice nel processo che vide coinvolto l'Ordine mendicante dei Frati Minori, sulla povertà di Cristo e degli Apostoli.

Morì ad Avignone il 3 agosto 1348.

Successione degli incarichi

Predecessore: Cardinale presbitero dei Santi Marcellino e Pietro Successore: CardinalCoA PioM.svg
Luca Fieschi 17 dicembre 1316-18 dicembre 1327 Pierre de Mortemart I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Luca Fieschi {{{data}}} Pierre de Mortemart
Predecessore: Vice-Cancelliere di Santa Romana Chiesa Successore: Coat of arms of the Vatican City.svg
Arnaud Nouvel, O.Cist. 1317 - 1318 Pierre Le Tessier, C.R.S.A. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Arnaud Nouvel, O.Cist. {{{data}}} Pierre Le Tessier, C.R.S.A.
Predecessore: Cardinale vescovo di Albano Successore: CardinalCoA PioM.svg
Vital du Four, O.F.M. 18 dicembre 1327-3 agosto 1348 Élie Talleyrand de Périgord I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Vital du Four, O.F.M. {{{data}}} Élie Talleyrand de Périgord
Predecessore: Penitenziere maggiore Successore: Coat of arms Holy See.svg
Bérenger de Frédol 1332 - 1348 Étienne Aubert I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Bérenger de Frédol {{{data}}} Étienne Aubert
Bibliografia