Apparizioni e altre manifestazioni mariane

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
La grotta di Lourdes

Le apparizioni sono eventi nei quali la Vergine Maria è apparsa in forma soprannaturale ad una o più persone.

Spesso prendono il nome dalla città nella quale hanno avuto luogo, o dal nome dato a Maria in occasione dell’apparizione. Talvolta le apparizioni ricorrono per un periodo di tempo prolungato. Nella maggior parte dei casi, solo poche persone hanno potuto vedere Maria. Nel caso in cui i fenomeni riguardino solo l'ascolto della voce, il termine considerato più appropriato è locuzione interiore.

La dottrina cattolica

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Rivelazione privata.

Secondo la dottrina della Chiesa cattolica, l’era delle rivelazioni pubbliche è terminata con la morte dell’ultimo Apostolo e dopo che è stato completato il Nuovo Testamento. La Chiesa cattolica considera le apparizioni mariane come un supporto alla vita e alla speranza dei fedeli, ma consente la devozione solo dopo un'indagine (anche con supporti tecnico-scientifici), cui può seguire l'approvazione.

Apparizioni mariane approvate ufficialmente dalla Chiesa cattolica

Queste sono le principali apparizioni mariane approvate ufficialmente dalla Chiesa cattolica:

Sono state inoltre approvate ufficialmente dalla Chiesa cattolica[1] le seguenti manifestazioni mariane, anche se diverse dalle apparizioni:

Sicuramente i luoghi di apparizione più conosciuti sono Lourdes e Fatima. Sessantasette, fra le migliaia di guarigioni miracolose riportate alla fonte di Lourdes, sono state classificate come "inesplicabili" dai medici del Boureau di Lourdes, un centro medico specialistico istituito dalla Chiesa. I Segreti di Fatima hanno ricevuto grande attenzione da parte della stampa.

La Chiesa può confermare un’apparizione come degna di fede, ma non richiede ai fedeli di credervi. Secondo il magistero, si può essere cattolici anche senza credere in nessuno di questi fenomeni. La Chiesa è molto cauta nell'attestare ufficialmente la veridicità di tali eventi miracolosi.

Anche nel caso in cui un'apparizione mariana sia ritenuta autentica dall’autorità ecclesiastica, è considerata una rivelazione privata e quindi una fonte subalterna alla Parola di Dio. L'apparizione può attirare l’attenzione su qualche aspetto della Rivelazione, ma non può mai aggiungere qualcosa di nuovo.

Criteri per valutare le apparizioni

Il 25 febbraio 1978, la Congregazione per la Dottrina della Fede ha pubblicato le "Norme della Congregazione per procedere nel Giudizio delle Apparizioni e Rivelazioni Presunte", contenente le regole seguenti :

  • Il vescovo diocesano può iniziare un processo di sua iniziativa o su richiesta di un fedele, per indagare sui fatti concernenti un' apparizione. Il vescovo può astenersi dall’esaminarla a fondo se vuole, specialmente se pensa che dall’evento non deriveranno elementi significativi.
  • La conferenza episcopale nazionale può intervenire se il vescovo diocesano locale vi si rivolge, o se l’evento diventa importante a livello nazionale o almeno a livello di più di una diocesi.
  • Anche la Sede Apostolica (il Vaticano) può intervenire, su richiesta del vescovo locale stesso, o su richiesta di un gruppo di fedeli, o di propria iniziativa.

I passi dell’indagine sono ordinati nel modo seguente: una valutazione iniziale dell’evento, basata sia su criteri positivi che negativi:

Criteri Positivi

  1. Certezza morale (la certezza richiesta per agire moralmente in una situazione di dubbio) o almeno grande probabilità riguardo all’esistenza di una rivelazione privata alla fine di una seria indagine del caso.
  2. Valutazione delle qualità personali della persona in questione (equilibrio mentale, onestà, vita morale, sincerità, obbedienza all’autorità della Chiesa, buona volontà nel praticare la fede in modo normale, ecc.).
  3. Valutazione del contenuto delle rivelazioni stesse (cioè non sono in disaccordo con la fede e la morale della Chiesa, e sono libere da errori teologici).
  4. La rivelazione porta sana devozione e frutti spirituali nelle vite delle persone (maggiori preghiere, maggior numero di conversioni dei cuori, opere di carità che ne risultano, ecc.).

Criteri Negativi

  1. Errori evidenti riguardo ai fatti.
  2. Errori dottrinali attribuiti a Dio, alla Santa Vergine Maria o allo Spirito Santo riguardo al modo in cui essi si manifestano.
  3. Qualsiasi tentativo di guadagno finanziario in relazione all’evento supposto.
  4. Azioni gravemente immorali commesse dalla persona o da quelli che erano insieme alla persona al momento dell’evento.
  5. Disordini psicologici o inclinazioni ad essi da parte della persona o delle persone che erano con essa.

Dopo questa indagine iniziale, se l’avvenimento risponde ai criteri esposti, si può concedere un iniziale permesso che praticamente stabilisce quanto segue: "per il momento, non c’è motivo di opporsi a ciò". Questo permette la partecipazione pubblica nella devozione alla presunta apparizione.

Alla fine, occorre dare un giudizio ed una deliberazione definitiva, con l’approvazione o la condanna dell’evento.

Posizione dei protestanti

Le assemblee ecclesiali protestanti non riconoscono questi fenomeni, neppure come potenzialmente possibili.

Elenco delle apparizioni mariane

Segue l'elenco di alcune delle più note apparizioni mariane, con l'indicazione: della data e del luogo in cui avvennero e delle persone che le ricevettero. Solo alcune sono state ufficialmente approvate dalla Chiesa cattolica.

Dal I al XVIII secolo

Nel XIX secolo

Dal 1900 al 1950

Dal 1950 ad oggi

  • Nostra Signora Regina della Turzovka: 1958, Turzovka (Slovacchia), a tre persone.
  • Nostra Signora del Monte Carmelo (di Garabandal): 1961 - 1965, Garabandal (Spagna), a quattro giovani contadine.
  • Beata Vergine di Zeitoun: 1968 - 1971, Zeitoun (Egitto), a migliaia di persone.
  • Madonna dello Scoglio: 1968, Placanica, (Reggio Calabria), a Fratel Cosimo, all'epoca pastore.
  • Nostra Signora di Akita: 1973, Akita (Giappone), a suor Agnes Katsuko Sasagawa.
  • Madonna delle Rose: 1968-1995, Bayside (New York), a Veronica Lueken.
  • Nostra Signora di Kibeho: 1981-1989, Kibeho (Ruanda), a Alphonsine Mumureke, Anathalie Mukamazimpaka, Marie-Claire Mukangango, Stephanie Mukamurenzi, Agnes Kamagaju, Vestine Salima e Emmanuel Segatashya.
  • Madonna di Medjugorje, (Regina della Pace): 1981 ad oggi, Medjugorje (Bosnia-Erzegovina), a sei bambini.
  • Regina della Pace o della Roccia: 1986, Belpasso (Sicilia), a un ragazzo: Rosario Toscano.
  • Vergine della Tenerezza: 1987, Hrushiv (Ucraina), a Josyp Terelya, Maria Kizyn e migliaia di altre persone.
  • Litmanovà: 1990 - 1995, Litmanová (Slovacchia), a Katka Ceselkova e Ivetka Korcakova.
  • Regina dei Giovani: 1994 ad oggi, Itapiranga (Amazzonia), Brasile, Edson Glauber per la salvezza di tutti i giovani.
  • Madonna di Zaro: 1994 ad oggi, Ischia, (Italia), ad alcuni bambini.
  • Madonnina di Civitavecchia: 1995, Civitavecchia, lacrimazioni di sangue di una statuetta proveniente da Medjugorje.
  • Clearwater: 1996 ad oggi, Clearwater (Florida), a moltissime persone.
  • Nossa Senhora Mãe e Rainha das Famílias: 1996 - 2004, Vitória da Conquista, Bahia (Brasile), a una persona.
  • Montreal: 1998 ad oggi, Montreal (Canada), a "Carmelite", una madre di origine salvadoregna.
  • Madonna di Assiut: 2000-2001, Assiut (Egitto), a milioni di persone, approvata dalla Chiesa Ortodossa Copta.
  • Accra: novembre 2004, Accra (Ghana).
  • Borg in-Nadur: aprile 2006, Borg in-Nadur (Malta)
Note
  1. Salvatore M. Perrella, Le apparizioni mariane, San Paolo, 2007, pp. 119
  2. Vittorio Messori e Rino Cammilleri, Gli occhi di Maria, Rizzoli, 2001, p. 21
Bibliografia
  • René Laurentin, Patrick Sbalchiero, Dizionario delle "apparizioni" della Vergine Maria, prefazione del cardinale Roger Etchegaray, Edizioni Art, 2010
  • Salvatore Perrella, Le Mariofanie. Per una teologia delle apparizioni, Editore EMP, 2009
  • Marino Gamba, Apparizioni mariane nel corso di due millenni, Edizioni Segno, 2008
  • Salvatore M. Perrella, Le apparizioni mariane. Dono per la fede e sfida per la ragione, Edizioni San Paolo, 2007
  • Hierzenberger Gottfried, Nedomansky Otto, Dizionario cronologico delle apparizioni della Madonna, Piemme, 2004
  • Foley D. Anthony, Il libro delle apparizioni mariane, Editore Gribaudi, 2004
  • Giorgio Fedalto, Le porte del cielo. Il cristianesimo e i segni dell'aldilà: apparizioni, visioni, testimoni, San Paolo Edizioni, 2002
  • Bouflet Joachim, Boutry Philippe, Un segno nel cielo. Le apparizioni della Vergine, Editore Marietti, 1999
  • Bouflet Joachim, Apparizioni mariane antiche e moderne. Storia e significato nella vita della Chiesa, San Paolo Edizioni, 1999
  • Paola Giovetti, Le apparizioni della Vergine Maria, San Paolo Edizioni, 1997
  • Hierzenberger Gottfried, Nedomansky Otto, Tutte le apparizioni della Madonna in 2000 anni di storia. I suoi messaggi, i documenti e le testimonianze, Piemme, 1996
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.