Alberto Arborio Mella di Sant'Elia

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Alberto Arborio Mella di Sant'Elia
Presbitero
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

[[File:|250px]]

{{{didascalia}}}
Ex forti Dulcedo
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte 73 anni
Nascita Sassari (Ss)
7 gennaio 1880
Morte Roma
20 marzo 1953
Sepoltura Cimitero monumentale di Sassari
Appartenenza Arcidiocesi di Sassari
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 1907
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
Virgolette aperte.png
...ricordo una frase di Alberto Arborio Mella di Sant'Elia - maestro di camera di Pio XI e poi di Pio XII - il quale era solito dire: «Qui tutto è grande e quindi anche il nostro comportamento deve modellarsi a questa grandezza»... tutto questo deve ispirare la sostanza di vita per servire con autentico spirito di lealtà e umiltà il Pontefice.
Virgolette chiuse.png

Alberto Arborio Mella di Sant'Elia (Sassari (Ss), 7 gennaio 1880; † Roma, 20 marzo 1953) è stato un presbitero italiano, cameriere segreto partecipante di Pio X, Benedetto XV, Pio XI e Pio XII.

Biografia

Nacque a Sassari, nell'omonima arcidiocesi il 7 gennaio 1880, quintogenito del conte Alessandro e della contessa Maria Serra Boyl. Suo fratello Luigi diventò maestro di cerimonie alla corte del re d'Italia al Quirinale.

Entrato nel seminario diocesano [1] conseguì la laurea in giurisprudenza prima dell'ordinazione presbiterale del 1907. Proseguì gli studi a Roma, dove si iscrisse alla Pontificia Accademia dei Nobili Ecclesiastici. Dopo che aveva vestito l'abito spagnolo dei camerieri di spada e cappa, il 3 luglio 1912 fu nominato giovanissimo Cameriere Segreto Partecipante da papa Pio X [2]. Fu confermato in questa carica dai successori Benedetto XV il 5 settembre 1914 [3] e da Pio XI il 7 febbraio 1922[4]. Con Pio XI divenne Protonotaio apostolico e Maestro di Camera della Corte Pontificia il 17 dicembre 1935 succedendo a Camillo Caccia Dominioni elevato alla porpora cardinalizia [5]. Fu Governatore del conclave a cui spetta il diritto di comparire sulle monete emesse dalla Santa Sede durante la sede vacante. Al conclave risultò eletto Pio XII, che lo confermò suo Maestro di Camera il 12 marzo 1939, anche quando fu debilitato dalla malattia [6].

La morte

Colpito da una paresi nel gennaio 1945, aveva dovuto lasciare le sue funzioni di Curia a Callori di Vignale che gli era succeduto come pro-maestro di Camera. Morì il 20 marzo 1953 nella sua residenza in Vaticano all'età di 73 anni. Fu sepolto nel Cimitero monumentale di Sassari.

Successione degli incarichi

Predecessore: Maestro di Camera della Corte Pontificia Successore: Emblem Holy See.svg
Camillo Caccia Dominioni 17 dicembre 1935 - dicembre 1950 Federico Callori di Vignale
(Pro-Maestro di Camera)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Camillo Caccia Dominioni {{{data}}} Federico Callori di Vignale
(Pro-Maestro di Camera)
Note
  1. senza fonte
  2. Acta Apostolicae Sedis - Commentarium Officiale 1912, op. cit., p. 487
  3. Acta Apostolicae Sedis - Commentarium Officiale 1914, op. cit., p. 511
  4. Acta Apostolicae Sedis - Commentarium Officiale 1922, op. cit., p. 171
  5. Acta Apostolicae Sedis - Commentarium Officiale 1935, op. cit., p. 496
  6. Acta Apostolicae Sedis - Commentarium Officiale 1939, op. cit., pp. 102, 139
Bibliografia

Bonu, Raimondo, "Arborio Mella di Sant'Elia" - nati nel XIX secolo con notizie storiche e letterarie dell'epoca. Sassari 1961, pp. 874-876. Pontificia Accademia Ecclesiatica, Terzo secolo (1701-2001). Roma, 2003, p. 271.


Collegamenti esterni


Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.