Claudio Chieffo

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Claudio Chieffo
Laico
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

ClaudioChieffo.jpg

Claudio Chieffo
{{{motto}}}
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte 62 anni
Nascita Forlì
9 marzo 1945
Morte Forlimpopoli
19 agosto 2007
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
Virgolette aperte.png
È bella la strada per chi cammina, è bella la strada per chi va,
è bella la strada che porta a casa e dove ti aspettano già.
Virgolette chiuse.png
(Claudio Chieffo, La strada)

Claudio Chieffo (Forlì, 9 marzo 1945; † Forlimpopoli, 19 agosto 2007) è stato un compositore italiano, i cui canti sono tra i più eseguiti, tra quelli di ispirazione cristiana, spesso anche senza che se ne conosca l'autore.

Biografia

Claudio Chieffo, dopo l'incontro con Comunione e Liberazione, nella sua carriera ha composto una lunga serie di canzoni di ispirazione cristiana, diffusesi a tal punto che spesso vengono cantate, ad esempio in ambito liturgico, senza nemmeno sapere che siano le sue.

Il padre di Claudio lavorava in un'officina che costruiva aerei; non aveva mai volato, ma, quando vedeva aerei in volo, li indicava sempre al figlio, che si sorprendeva di vederli spingersi così in alto, oltre le nuvole, e desiderava che anche la sua vita volasse - metaforicamente - alta nel cielo.

Claudio inizia la carriera musicale nel 1960, cominciando a comporre e partecipando a manifestazioni musicali locali. A 17 anni incontra don Francesco Ricci e quindi Gioventù Studentesca, il movimento che in seguito diventerà Comunione e Liberazione. Dopo l'incontro con il movimento, Chieffo scrive le sue prime canzoni, ispirate all'esperienza che sta iniziando a vivere. Ben presto le sue canzoni diventano tra le più cantate all'interno di CL, durante i raduni, le feste e i momenti liturgici. Poi saranno tra le più cantate in tutto l'ambiente cattolico; alcune si diffonderanno anche in ambito evangelico.

Già dal 1963, Chieffo inizia a tenere concerti nelle parrocchie e nelle feste popolari in tutta Italia. Intanto, dopo la laurea conseguita a Bologna nel 1967, intraprende anche la professione di insegnante, che alterna fino alla fine con quella di musicista e compositore.

Nel 1974 viene invitato a Varsavia, unico italiano su mille esecutori, alla più grande manifestazione musicale cattolica dei paesi dell'est europeo, il Sacrosong. Durante la manifestazione, allora clandestina, Chieffo si esibisce davanti all'allora cardinal Wojtyła e davanti al cardinal Wyszyński. Si esibirà poi per Giovanni Paolo II nel 1980, con la canzone La strada, a lui dedicata.

Nel frattempo, aveva già composto la toccante canzone Martino e l'imperatore, dedicata al figlio Martino, il cui testo, secondo Marcello Landi, costituisce quasi una "lettera al figlio"[1].

Nel 1983, Chieffo partecipa, in occasione del Meeting per l'amicizia tra i popoli, al concorso nazionale di musica leggera (prodotto e trasmesso dalla RAI) "Un'isola da trovare", classificandosi al secondo posto, con la sua Canzone degli occhi e del cuore.

Il 30 maggio 1998, si esibisce di nuovo in piazza San Pietro, durante l'incontro del Papa con i movimenti, con Stella del mattino. Chieffo partecipa inoltre alla Giornata Mondiale della Gioventù il 19 agosto 2000 nello spettacolo a Tor Vergata in preparazione della veglia con il Papa.

Il cantautore forlivese ammirava il teatro di Diego Fabbri, drammaturgo italiano suo concittadino. Importante per lui è stata anche l'amicizia con il pittore americano William Congdon conosciuto nel 1963, quella con Francesco Guccini e quella con Giorgio Gaber. A Forlì, poi, ha avuto modo di sviluppare varie amicizie e conoscenze, tra cui quella col pittore Franco Vignazia.

È stato collaboratore della rivista Il Timone.

Claudio Chieffo è considerato un caso particolare nel mondo della canzone d'autore. Pur potendo, durante la sua carriera, imporsi commercialmente nell'ambito della musica leggera, sceglie di interpretare solo le sue canzoni, ispirate all'esperienza cristiana che egli stesso vive, per farne uno strumento di testimonianza e di approfondimento della vita di fede[2]. Molte sue canzoni sono tradotte in numerose lingue e vengono cantate in tutti i continenti, tanto che Chieffo è considerato il più eseguito dei compositori contemporanei di musica cristiana.

Riceve, nel 1981, il Premio Internazionale della Testimonianza dei valori umani e cristiani e, nel 2005, il Premio Internazionale Calice d'oro.

Nel dicembre del 2005, scopre di avere un tumore al cervello che non gli impedisce di continuare a esibirsi, anche se in maniera sporadica.

Claudio Chieffo muore domenica 19 agosto 2007, giorno di apertura della 28ª edizione del Meeting di Rimini, manifestazione alla quale è sempre stato particolarmente legato e alla quale ha partecipato spesso, avendone composto più volte la sigla ufficiale.

Discografia

Canzoni

« Nelle canzoni di Claudio c'è un'onestà, una pulizia, un amore naïf che fa pensare. Siamo profondamente diversi, non solo per le sicurezze che lui ha e che io non ho, ma soprattutto perché nelle sue canzoni lui non fa mistero delle sue certezze. »

Claudio Chieffo ha composto e interpretato 113 canzoni durante la sua carriera. Molte di esse sono diventate dei classici della musica cristiana e della musica per la liturgia.

Note
Bibliografia
  • Paola Scaglione, La mia voce e le Tue Parole. Claudio Chieffo, una lunga storia di musica e poesia, Edizioni Ares, Milano, 2006, ISBN 88-8155-366-X
  • Alessandro Rondoni, Comunicare cantando. Il ricordo di un amico: Claudio Chieffo, ne Il Nuovo Areopago, n. 2/2007, pp. 94-96
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.