Arcidiocesi di Granada

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Granada)
Disambig-dark.svg
Nota di disambigua - Se stai cercando l'omonima diocesi colombiana o nicaraguense, vedi Diocesi di Granada in Colombia o Diocesi di Granada in Nicaragua.


Arcidiocesi di Granada
Archidioecesis Granatensis
Chiesa latina

[[File:|290px]]
arcivescovo metropolita Francisco Javier Martínez Fernández
Sede Granada

sede vacante
Granada

Suffraganea
Regione ecclesiastica {{{regione}}}
Diocesisdegranada.png
Mappa della diocesi
Nazione bandiera Spagna
diocesi suffraganee
Almería, Cartagena, Guadix, Jaén, Málaga
coadiutore
vicario
provicario
generale
ausiliari

Cariche emerite:

Parrocchie 267
Sacerdoti

418 di cui 282 secolari e 136 regolari
1.778 battezzati per sacerdote

256 religiosi 1.265 religiose 1 diaconi
860.898 abitanti in 6.945 km²
743.530 battezzati (86,4% del totale)
Eretta 1492
Rito romano
cattedrale {{{cattedrale}}}
Santi patroni
C. Gracia 48, 18002 Granada, España
tel. 958.26.15.00 fax. 958.25.83.84

Sito ufficiale

Dati dall'annuario pontificio 2007 Scheda
Chiesa cattolica in Spagna
Tutte le diocesi della Chiesa cattolica
Dettaglio della cattedrale di Granada

L'arcidiocesi di Granada (in latino: Archidioecesis Granatensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica in Spagna. Nel 2006 contava 743.530 battezzati su 860.898 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo Francisco Javier Martínez Fernández.

Territorio

L'arcidiocesi comprende la parte sud-occidentale della provincia di Granada, mentre il resto della provincia appartiene alla diocesi di Guadix.

La sede arcivescovile città di Granada, dove si trova la cattedrale dell'Annunciazione.

Il territorio è suddiviso in 267 parrocchie.

Storia

L'arcidiocesi di Granada è stata eretta il 10 dicembre 1492.

Nel 1563 fu istituito il seminario diocesano, dedicato a san Cecilio, convertendo un preesistente collegio ecclesiastico.

Nei secoli XVIII e XIX la vita dell'arcidiocesi subì gravi ripercussioni a causa della situazione politica ostile alla Chiesa. L'invasione napoleonica provocò gravi danneggiamenti del patrimonio artistico e degli edifici di culto. La soppressione degli ordini religiosi condusse all'abbandono di monasteri e conventi. Infine, le desamortizaciones minarono le rendite economiche dell'arcidiocesi.

Cronotassi dei vescovi

Statistiche

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2006 su una popolazione di 860.898 persone contava 743.530 battezzati, corrispondenti all'86,4% del totale.

Fonti

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.