Vicente Casanova y Marzol

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vicente Casanova y Marzol
Stemma Casanova y Marzol.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Immagine Casanova y Marzol.jpg

{{{didascalia}}}
Restaurare omnia in Christo
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 79 anni
Nascita Borja
16 aprile 1851
Morte Saragozza
23 ottobre 1930
Sepoltura cattedrale metropolitana di Granada
Appartenenza diocesi di Tarazona
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 1881
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 19 dicembre 1907 da Pio X
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile cattedrale di San Isidro, (Madrid), 25 marzo 1908 dall'arc. Antonio Vico
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo 7 marzo 1925 da Pio XI
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
30 marzo 1925 da Pio XI (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Vicente Casanova y Marzol (Borja, 16 aprile 1851; † Saragozza, 23 ottobre 1930) è stato un arcivescovo e cardinale spagnolo.

Biografia

La formazione e il ministero sacerdotale

Nacque il 16 aprile 1854 a Borja, diocesi di Tarazona in Spagna, da Nicolás Casanova Miguel e Clara Marzol Foncillas, famiglia benestante. Dopo aver frequentato il Seminario di Saragozza e di Madrid, ottenne la licenza in teologia a Valencia nel 1882. Ordinato presbitero nel 1881, esercitò il ministero sacerdotale per la diocesi di Tarazona a Maluenda e Alfaro. Per molti anni fu parroco di Nuestra Señora del Buen Consejo a Madrid dove fondò una scuola per bambini poveri.

La nomina episcopale

Fu nominato vescovo di Almería il 19 dicembre 1907 da Pio X e consacrato il 25 marzo 1908 nella Cattedrale di San Isidro di Madrid dall arcivescovo titolare di Filippi Antonio Vico, nunzio apostolico in Spagna; era assistito da José María Salvador y Barrera [1], vescovo di Madrid e da Julián de Diego y Alcolea [2] vescovo di Astorga.

Il quotidiano La Crónica Meridional di domenica 5 aprile così riportava le espressioni del nuovo vescovo:

« Quando gli Apostoli - disse - entravano in una città, la prima cosa che dicevano era "Pax vobis" (Gv 20,19-21); come successore degli Apostoli, entrando nella sede della mia diocesi, per la quale consacro gli affetti più preziosi della mia anima, le mie labbra pronunciano con tutto l'affetto le parole che Gesù Cristo ha ordinato ai suoi Apostoli di dire: Pax vobis, la pace sia con voi, perché siate figli della pace. »
(Vicente Casanova y Marzol, Cattedrale di Almera - 5 aprile 1908 [3])

A soli 54 anni giunse nella dimenticata Almeria, dove contribuì a un notevole sviluppo della vita sociale, politica e religiosa della città. Il suo motto episcopale era Restaurare omnia in Christo. Fu promosso alla sede metropolitana di Granada il 7 marzo 1925.

Il cardinalato

Creato cardinale presbitero nel concistoro del 30 marzo 1925 da Pio XI, ricevette il cappello rosso e il titolo di Santi Vitale, Valeria, Gervasio e Protasio il 17 dicembre dello stesso anno [4]. Fu nominato membro delle congregazioni dei Religiosi, dei Riti e della Reverenda Fabbrica di San Pietro [5]. Tenuto conto della sua età avanzata e delle condizioni topografiche dell'arcidiocesi di Granada, la Santa Sede gli concesse l'aiuto di due vescovi ausiliari. Il primo di loro, nel 1925, fu il canonico del "Sacro Monte de Granada" Manuel Medina Olmos [6], poi beato, che morì martirizzato nel 1936, quando era vescovo di Guadix.

La morte

Morì improvvisamente il 23 ottobre 1930 quando aveva 79 anni a Saragozza, mentre vi partecipava al II Congresso Catechistico Nazionale. Fu sepolto nella cattedrale metropolitana di Granada.

Iscrizione

Iscrizione sulla tomba del cardinale.
OSSA ET CINERIS

CARD
CASANOVA ET MARZOL
ORATE

PRO EO FIDELES

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Genealogia episcopale.

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo di Almería Successore: Stemma vescovo.png
Santos Zárate y Martínez
ch
19 dicembre 1907 - 7 marzo 1921 Bernardo Martínez y Noval, O.E.S.A.
ch
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Santos Zárate y Martínez
ch
{{{data}}} Bernardo Martínez y Noval, O.E.S.A.
ch
Predecessore: Arcivescovo metropolita di Granada Successore: Stemma vescovo.png
José Meseguer y Costa
ch
7 marzo 1921 - 23 ottobre 1930 Agustín Parrado y García
ch
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
José Meseguer y Costa
ch
{{{data}}} Agustín Parrado y García
ch
Predecessore: Cardinale presbitero dei Santi Vitale, Valeria, Gervasio e Protasio Successore: CardinalCoA PioM.svg
Louis Nazaire Bégin
ch
17 marzo 1925 - 23 ottobre 1930 Karel Boromejský Kašpar
ch
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Louis Nazaire Bégin
ch
{{{data}}} Karel Boromejský Kašpar
ch
Note
  1. cfr. José María Salvador y Barrera su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 13-10-2020
  2. cfr. Julián de Diego y Alcolea su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 13-10-2020
  3. tratto dal saluto di Vicente Casanova y Marzol alla diocesi di Almera 1908, op. cit.
  4. Acta Apostolicae Sedis - Commentarium Officiale 1925, op. cit., pp. 125, 206
  5. Acta Apostolicae Sedis - Commentarium Officiale 1925, op. cit., p. 669
  6. cfr. Beati Diego Ventaja Milan e Emanuele Medina Olmos su santiebeati.it. URL consultato il 13-10-2020
Bibliografia
  • Lamberto de Echeverría, Episcopologio español contemporáneo, 1868-1985 - datos biográficos y genealogía espiritual de los 585 obispos nacidos o consagrados en España entre el 1 de enero de 1868 y el 31 de diciembre de 1985, Universidad de Salamanca, Salamanca, 1986 - Acta Salmanticensia; Derecho; 45 - p. 70
  • Cardinali defunti. Annuario pontificio per l'anno 1930, Tipografia Poliglotta Vaticana, Roma, 1930
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.