Maurizio di Savoia

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Jump to navigation Jump to search
Maurizio di Savoia
Scanner EM040.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"

SAVOIA MAURIZIO DE (+1657)p.JPG

'
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 64 anni
Nascita Torino
10 gennaio 1593
Morte Torino
4 ottobre 1657
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale [[]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile [[ ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
10 dicembre 1607 da Paolo V (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Maurizio di Savoia (Torino, 10 gennaio 1593; † Torino, 4 ottobre 1657) è stato un cardinale italiano.

Cenni biografici

Nacque a Torino il 10 gennaio 1593, quartogenito di Carlo Emanuele I il Grande, duca di Savoia, e di Caterina Michela d'Asburgo, Infanta di Spagna, figlia del re Filippo.

Fu educato presso la corte spagnola. Fin da fu giovanissimo avviato alla carriera ecclesiastica per puri motivi politici. Non ricevette mia gli ordini sacri e fu creato cardinale quando aveva quindici anni nel concistoro del 10 dicembre 1607.

Nel 1611 fu nominato abate commendatario di san Michele della Chiusa. Nel 1615, in assenza del padre, fu tenente-generale di Piemonte per un breve periodo. Nel 1618 fu a Parigi per concludere il matrimonio di suo fratello Vittorio Amedeo con Cristina di Francia.

Non partecipò al conclave del 1621, che elesse Papa Gregorio XV. Ricevette la berretta rossa il 18 febbraio 1621 e la diaconia di santa Maria Nuova il 17 marzo seguente. Il 19 aprile 1621 optò per la diaconia di sant'Eustachio e divenne protettore di Francia presso la Santa Sede.

Partecipò al conclave del 1623, che elesse Papa Urbano VIII. Come protettore di Francia il Savoia si adoperò molto per ottenerne la nomina di quel pontefice. Il 16 marzo 1626 optò per la diaconia di santa Maria in Via Lata e da quell'anno fino alla sua rinuncia fu cardinale protodiacono.

Dopo il trattato di Rivoli del 1634 si schierò contro l'alleanza tra Francia e Piemonte, assumendo la protezione, presso la Santa Sede, dell'Impero e della Spagna, in luogo di quella di Francia, e suscitando un'accesa polemica con i reggenti sabaudi. Morto Vittorio Amedeo I nel 1637, e l'anno seguente il figlio di lui e nuovo duca Francesco Giacinto, si profilò l'eventuale ascesa al trono di Maurizio; egli allora cercò appoggi in Italia e attaccò, insieme col fratello Tommaso, il governo della cosiddetta Madama Reale, la reggente Cristina, protestando la nullità della sua reggenza, e dando origine alla guerra civile tra "cardinalisti" e "madamisti", guerra che si protrasse con fortune alterne fino al 1641.

La pace fu raggiunta con il matrimonio del cardinale con la nipote principessa Ludovica Cristina di Savoia celebrato il 18 agosto 1642. Nel concistoro del 1° dicembre 1642, il Papa annunciò le dimissioni del cardinale di Savoia presentate al nunzio a Madrid e dichiarò il suo matrimonio valido. La coppia non ebbe eredi e il principe dedicò il resto dei suoi giorni allo studio della filosofia e delle lettere.

Morì il 4 ottobre 1657. Il suo corpo fu sepolto nella tomba dei Savoia, nella cattedrale di Torino; nel 1836 la sua salma, insieme con quella di Luisa, fu trasportata nella chiesa di San Michele della Chiusa per ordine di Carlo Alberto.

Successione degli incarichi

Predecessore: Cardinale diacono di Santa Maria Nuova Successore: CardinalCoA PioM.svg
Carlo Emmanuele Pio di Savoia 1626-1642 Antonio Barberini iuniore O.S.Io.Hieros. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Carlo Emmanuele Pio di Savoia {{{data}}} Antonio Barberini iuniore O.S.Io.Hieros.
Predecessore: Cardinale diacono di sant'Eustachio Successore: CardinalCoA PioM.svg
Alessandro d'Este 19 aprile 1621 - 16 marzo 1626 Francesco Boncompagni I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Alessandro d'Este {{{data}}} Francesco Boncompagni
Predecessore: Cardinale diacono di santa Maria in via Lata Successore: CardinalCoA PioM.svg
Carlo Emmanuele Pio di Savoia 16 marzo 1626 - 1642 Antonio Barberini iuniore O.S.Io.Hieros. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Carlo Emmanuele Pio di Savoia {{{data}}} Antonio Barberini iuniore O.S.Io.Hieros.
Predecessore: Cardinale Protodiacono Successore: CardinalCoA PioM.svg
Carlo Emmanuele Pio di Savoia 1626-1642 Carlo di Ferdinando de' Medici I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Carlo Emmanuele Pio di Savoia {{{data}}} Carlo di Ferdinando de' Medici
Bibliografia
  • Rosario Russo, Enciclopedia Italiana Treccani - (1936), online
  • Lorenzo Cardella Memorie storiche de' cardinali della Santa Romana Chiesa. Roma : Stamperia Pagliarini, 1793, vol. 6, p. 143 seg. online